Intervista ai candidati sindaco a Senago: Francesco Bilà

Francesco Bilà, candidato di Sinistra Senago.

Innanzitutto benvenuti a tutti e grazie d’aver accettato l’invito. Iniziamo con la più classica delle domande: perché avete scelto di candidarvi?

Ho deciso di candidarmi perché: questo periodo storico, caratterizzato dal qualunquismo, non mi può trovare disinteressato.

Sappiamo molto bene che spesso le amministrazioni pubbliche lamentino scarsità di risorse economiche. Stando a ciò che si è detto in questi anni è una cosa che vale anche per il Comune di Senago. Voi come pensate di farvi fronte? Provocatoriamente vi chiedo: questo vuol dire che i cittadini non possono sperare in una pur piccola riduzione delle tasse locali?

Sinistra Senago propone nel suo programma la riattivazione dell’idea di Bilancio Partecipativo. In questo modo saranno anche i cittadini a dare le priorità di spesa, insieme al Consiglio Comunale. Ma trovare fondi aggiuntivi si può. Si può infatti trovare sponsor a progetti sociali e liberare così quote di bilancio.
Per quanto riguarda le tasse, avremo modo di riparlarne.

Manutenzione delle strade, trasporto pubblico e mobilità sostenibile, cura del verde pubblico: sono altri due argomenti su cui le critiche in questi anni sono abbondate. Come vi ponete di fronte a questi problemi? Sulla cura del verde pubblico pensate di coinvolgere ancor più maggiormente le associazioni dei cittadini? E per i trasporti pubblici? Pensate poi di creare una rete di postazioni di ricarica per auto elettriche o di introdurre servizi di car sharing?

Come ho detto prima, le priorità saranno concordate con i cittadini grazie al bilancio partecipativo, dove manutenzione di strade e verde pubblico troveranno largo spazio all’interno della discussione.
Il servizio di Car Sharing è previsto nel programma di Sinistra Senago, inoltre, in linea con l’idea di incrementare la mobilità sostenibile, abbiamo inserito postazioni di Bike Sharing con il conseguente consolidamento della rete ciclabile cittadina.

Sicurezza e immigrazione. Molti cittadini osservano un peggioramento delle condizioni di sicurezza del paese: voi cosa intendete fare in merito? Quali strumenti pensate di mettere in campo? Per quanto riguarda gli immigrati invece, anche Senago pare destinata a ospitare dei profughi richiedenti asilo, in accordo col Piano Nazionale di ripartizione stilato fra ANCI e Ministero degli Interni. Voi come vi ponete di fronte a questa esigenza?

Abbiamo un’idea molto larga riguardo al termine sicurezza.
Pensiamo alla sicurezza di un posto di lavoro per esempio, la precarietà crea destabilità, quest’ultima, spesso, si trasforma in disagio sociale creando terreno fertile alla criminalità.
Lavoriamo per abbattere le ingiustizie sociali.
Sinistra Senago sosterrà accordi e convenzioni con i soggetti preposti all’accoglienza dei migranti, parteciparà a progetti ed iniziative specifiche (SPRAR, CAS) studierà e promuoverà protocolli di accoglienza, rendendo i migranti protagonisti della loro integrazione anche attraverso l’uso di strumenti di democrazia partecipativa e l’istituzione del Tavolo per l’accoglienza.

Spesso si sono sentite lamentele riguardo al fatto che il Comune non ascolta o ascolta poco i cittadini. Puntualmente ad ogni campagna elettorale tutto promettono di rendere l’amministrazione pubblica più vicina alle persone. Ma, nel concreto, come vorreste realizzare questo avvicinamento? Sfrutterete anche la tecnologia, magari con una app dedicata, per interloquire direttamente coi cittadini e raccogliere le loro segnalazioni?

Baseremo la nostra amministrazione sull’ascolto, soprattutto delle fascie più “delicate” (anziani, bambini, indigenti e migranti).
Ci appoggeremo a tutti gli strumenti possibili, e perché no, anche alla tecnologia.

Capitolo vasca di laminazione: dato che ormai il cantiere coi lavori è già partito, quali azioni vorrete intraprendere nei confronti di questo progetto? Come vi regolerete riguardo all’eventuale chiusura di alcune strade, all’aumento del traffico, al conseguente aumento di inquinamento?

L’amministrazione manderà tecnici e Polizia Locale a monitorare i cantieri, cercando di scoprire ogni minima irregolarità che, se trovata, permetterà al sindaco di bloccare il cantiere. Terremo monitorati elementi sensibili come infllitrazioni mafiose o inquinamento. Per questo, istituirò un Osservatorio salute, implementandolo con la Casa della Salute.

Il plesso scolastico di via Repubblica è stato oggetto recentemente di urgenti lavori di ristrutturazione, imposti dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco. Proseguirete con la verifica e l’eventuale ammodernamento degli altri plessi? In generale, quali politiche applicherete per la scuola?

Come amministrazione effettueremo un monitoraggio delle condizioni di sicurezza di tutti i plessi scolastici pubblici e realizzeremo gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili curando la sicurezza degli alunni e del personale.

Privatizzazione della gestione cimiteriale, altro argomento di forte dibattito. Pensate che il progetto presentato sia adeguato alle esigenze cittadine? Vi impegnerete a portarlo avanti oppure cercherete soluzioni alternative? E, nel caso, quali potrebbero essere queste soluzioni alternative?

Cercheremo di vigilare la società privata che gestirà per anni il cimitero. Verrà monitorata la qualità del servizio e le condizioni di impiego dei lavoratori.

Recentemente è sorto un comitato per la salvaguardia delle ville storiche di Senago, con particolare riferimento alla Villa Borromeo e alla Villa Sioli. Sulla prima, che è privata e attualmente all’asta, avanzerete delle richieste all’eventuale nuova proprietà? Mentre sulla seconda, che è di proprietà pubblica, quali progetti avete?

Villa Borromeo: seguiremo con attenzione l’andamento delle aste, se l’area verrà acquisita da un privato, entreremo in immediato contatto con l’acquirente per stipulare convenzioni di reciproco vantaggio.

Villa Sioli: non possiamo permetterci che l’ala abbandonata, e principale, di Villa Sioli, si ammalori ulteriormente. Per scongiurare il crollo e la perdita di questo patrimonio cittadino, come amministrazione, interverremo evitando il project financing, indagando le possibilità di un recupero della struttura, con la partnership del FAI e l’utilizzo del crowd funding.

Quali sono i tre personaggi famosi o le tre persone che hanno segnato maggiormente la vostra vita?

George Jaques Danton, Gaetano Salvemini e Giovanni Falcone.

Quale valore per voi è il più importante?

La solidarietà.

Per finire la vostra “Carta Bianca”, uno spazio per dire ciò che volete agli elettori. Prego.

Abbiamo scritto il nostro programma attuando la costituzione più bella del mondo, ponendo i cittadini al centro della nostra attenzione.
Se non è questo un motivo valido per votarci! 😉

Annunci


Categorie:Interviste

Tag:, , , , , ,

1 reply

Trackbacks

  1. Dodici Domande a: i candidati sindaco a Senago – Iperattivo Categorico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: