La post-verità, le fake news e i (miei) tanti dubbi


Per il prestigioso Oxford Dictionary la parola del 2016 è post-truth, post-verità. Questa parola, dicono, potrebbe essere quella che definirà il nostro tempo. Una parola finita nelle attenzioni anche della Accademia della Crusca, che ha cercato di definirla meglio nella nostra lingua. La produzione di notizie false per screditare gli avversari politici è, secondo l’Accademia, un fenomeno antico, ma sono le caratteristiche e le dimensioni del fenomeno a essere completamente nuove. Solo che nel dibattito che si sta rapidamente sviluppando tutto finisce per essere bollato come fake news, notizia falsa, generatrice di post-verità. Seguendo un po’ il dibattito online, o cercando di seguirlo, ammetto che a volte gli elementi finiscono per confondersi anche a causa del fatto che sull’argomento già si inizia a fare propaganda politica, usando il termine come scusa o come accusa a seconda del momento, lasciandomi a volte confuso e con molte domande. Tipo queste:

Che differenza c’è fra bugia, balla e fake news?
Anche la diffamazione può essere una fake news?
Quindi raccontare una bufala non è mentire ma è una fake news?
La propaganda politica è una fake news?
Il commentare dati parziali è una fake news?
Il tradurre male un articolo dall’inglese è una fake news?
La narrazione è una fake news?
La pubblicità è una fake news?
Le bufale online tipo quelle di Ermes Maiolica sono delle fake news?
Il “Contratto con gli Italiani” di Berlusconi era una fake news?
Il milione di posti di lavoro promesso era una fake news?
La colonna di destra di Repubblica.it è fatta da fake news?
Le slide del governo Renzi erano delle fake news?
Il promettere un referendum (irrealizzabile) sui Trattati Europei come fa Salvini è una fake news?
Le promesse elettorali sono delle fake news?
Lo storytelling è composto anche o soltanto da fake news?
Le storie raccontate a Forum sono finzione scenica o fake news?
E quelle di Domenica Live, sono fake news?
Il “Giornalismo 2.0” (Erasmo D’Angelos docet) è creatore di fake news?
L’uno vale uno di Grillo è una fake news?
Il metodo stamina è una fake news?
La biowashball è una fake news?
L’equivalenza fra medicina e omeopatia è una fake news?
Le motivazioni per andare in guerra contro Saddam le consideriamo balle gigantesche o fake news?
Le bugie della NSA sulla sorveglianza di massa erano fake news?
Cambiare radicalmente idea dopo anni è indice di fake news?
I social sono davvero i principali creatori e veicolatori di fake news?
Anche giornali e telegiornali diffondono, volontariamente o involontariamente, delle fake news?
Le indiscrezioni sono delle fake news?
Quando leggiamo “voci non confermate affermano che”, siamo di fronte a una fake news?
Le cosiddette “veline” sono delle fake news?
L’ente governativo di supervisione sulla Rete abbozzato da Pitruzzella è una fake news fatta ad arte per discutere?
Anche la Giuria Popolare di Grillo è una fake news creata ad arte per distrarre da altri argomenti?
L’interpretazione dei fatti costituisce la base per la creazione di una fake news?
La spiegazione di un contesto significa elaborare una fake news?
Non sarà che anche la Verità Vera è anch’essa, alla fin fine, una fake news?

Alla fine è un attimo mandare tutto in vacca, e fra Tribunali della Verità, giurie popolari, bavagli e filtri preventivi, il dibattito sulle fake news sembra ben indirizzato verso lo schianto contro il muro. L’ennesimo problema che resterà non affrontato e irrisolto.

Annunci


Categorie:Riflessioni

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: