NonRecensione – 118: Sully


Clint Eastwood è ormai conosciuto come un buon regista, uno di quelli capaci di trattare anche argomenti spinosi (come in Million Dollar Baby o in Gran Torino) con approcci inediti e non convenzionali, sebbene la sua regia sia quanto di più classico oggi possa esistere. Questa volta fa un film su un fatto realmente avvenuto ma non racconta direttamente quel momento, che per altro è durato poche decine di secondi, racconta invece cosa successe dopo, le indagini delle autorità, i conflitti interiori del protagonista. Ma prima di tutto, i voti: Comingsoon gli assegna un 4,1/5; Mymovies un 4,35/5; Imdb un 7,7/10.

Il fatto di cui parla il film è universalmente noto. Il 15 gennaio 2009 un volo US Airways 1549 decolla dall’aeroporto LaGuardia di New York con 155 persone a bordo. L’aereo è un Airbus A320 e ai comandi c’è il pilota Chesley “Sully” Sullenberger, 40 anni di esperienza e 20.000 ore di volo sulle spalle. Pochi istanti dopo il decollo avviene però un bird strike, ovvero un impatto con uno storno di uccelli: non è una cosa rara, è una cosa che capita, molto più raro è che da questo impatto si danneggiano entrambi i propulsori dell’aereo, che di fatto si spengono. I piloti contattano immediatamente la torre di controllo, segnalano il problema e annunciano di voler tornare indietro. In quelle poche decine di secondi Sully valuta se sia possibile tornare indietro senza la spinta dei motori, chiede un’alternativa all’aeroporto Teterboro in New Jersey, a sette miglia da dove si trovavano, e infine decide per un ammaraggio nel fiume Hudson.

Il film parte proprio da qui, dall’evento principale, per poi dipanarsi raccontando delle indagini dell’NTSB su questo incidente. C’è da capire cosa sia avvenuto, perché sia avvenuto, cosa abbia spinto i piloti a fare quella scelta, capire se la scelta fosse stata effettivamente quella migliore. Si racconta il dissidio interno di Sully che durante le indagini si tormenta chiedendosi se avesse fatto davvero la cosa giusta, o se invece avesse inutilmente messo in pericolo i suoi passeggeri e i membri dell’equipaggio. C’è da dire che l’NTSB ha detto che la parte delle indagini è stata eccessivamente drammatizzata, ma penso sia stata una scelta volontaria di Eastwood per aumentare il pathos in un film che rischiava di essere anche più “piatto” di quello che è in realtà. Non concordo con le lamentele espresse dall’NTSB, che dice come la loro immagine sia stata macchiata da questo film. Io credo che la parte del “cattivo”, diciamo così, sia piuttosto quella di Airbus che imposta delle simulazioni dell’incidente per cercare un eventuale errore umano senza però inserire proprio il fattore umano, cioè senza conteggiare i tempi di reazione umani e quelli di comunicazione con la torre di controllo.

In generale è un buon film, con una ricostruzione molto accurata dell’incidente e delle comunicazioni avvenute tra l’aereo e i controllori. Forse pecca un po’ nella ricostruzione psicologica dei personaggi principali, dandone solo un’analisi non troppo approfondita, e concentrandosi molto su Sully ma trascurando forse troppo tutto gli altri protagonisti, a partire dal suo copilota.

Buono il cast: gli attori principali sono Tom Hanks è il capitano Sullenberger; Aaron Eckhart è Jeff Skiles, il copilota; Laura Linney è Lorraine, moglie di Sully; Anna Gunn è la dottoressa Elizabeth Davis.

La regia è di Clint Eastwood, ed è una regia classica come nel suo stile. Ottima la fotografia e le ricostruzioni digitalizzate, ottimi gli effetti speciali, ben integrati nel film. Il mio voto è un buon 7,5/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: