NonRecensione – 111: Le Sorelle Perfette


Dai film comici spesso non ci si aspetta molto: principalmente che facciano ridere, che siano piacevoli, che ti tengano la testa sgombra dai pensieri. In questo Le Sorelle Perfette ci riesce abbastanza bene, pur non essendo un film demenziale. Intanto, i voti: Comingsoon gli assegna un un 4/5; Mymovies un 2,42/5; Imdb un 6/10.

Il film racconta di queste sue sorelle, apparentemente molto diverse: una è un’infermiera, divorziata, ancora molto legata ai genitori da chiamarli continuamente. L’altra è una estetista single, con una figlia e una vita un po’ scapestrata. Entrambe vivono per conto proprio ma si ritrovano nella casa della loro infanzia perché i genitori hanno deciso di venderla. Loro allora decidono di dare un’ultima grande festa per dirle addio, festa che ben presto prenderà una piega inaspettata e porterà a galla molti problemi ancora irrisolti delle due sorelle.

Non molto lungo (118 minuti) e con un buon ritmo, è un film in grado di strappare più di una risata e di non annoiare mai. Un film che, però, è meno banale di quel che appare: la festa, ad esempio, che inizia un po’ lenta e monotona ma che poi si scatena, rappresenta quella voglia di ritornare giovani e senza pensieri che prende sempre più persone alla soglia dei quarant’anni. Una classica sindrome da Peter Pan, in cui tutti vogliono, almeno per una notte, tornare ad essere dei liceali alla festa di fine anno scolastico.

Interessante il cast: Amy Poheler è Maura Ellis, la sorella infermiera; Tina Fey è Kate Ellis, l’altra sorella; Madison Davenport è Haley, figlia di Kate; James Brolin è Bucky Ellis, il padre delle due sorelle; Dianne Wiest è Deana Ellis, la madre e moglie di Bucky; Ike Barinholtz è James, vicino di casa che verrà rimorchiato da Maura; Maya Rudolph è Brinda, vecchia amica/nemica del liceo delle due sorelle; John Leguizamo è Dave, vecchio amico d’infanzia delle due sorelle; Bobby Moynihan è Alex, altro vecchio amico che fa sempre pessime battute; John Cena è Pazuzu, enorme spacciatore che Kate cercherà di rimorchiare.

La regia è di Jason Moore, ed è senza infamia e senza lode. Girato tutto sommato bene, è una delle classiche commedie americane piacevoli ma non eccessivamente stupide. Il mio voto finale è un meritato 7/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: