Il basket, il calcio e le insensate contrapposizioni


L’Olimpia Milano è campione d’Italia per la ventisettesima volta. Dopo un campionato di regular season dominato e la vittoria in Coppa Italia, nei playoff i biancorossi sono riusciti ad arrivare in finale e a vincere lo scudetto. Ai quarti hanno eliminato l’Aquila Basket Trento con un secco 3-0, in semifinale hanno eliminato la Reyer Venezia per 3-2, in finale hanno incontrato una tostissima Pallacanestro Reggiana, vincendo la serie per 4-2. Uno scudetto importante che cancella le delusioni e le sconfitte della scorsa stagione, quando l’Olimpia non seppe difendere lo scudetto conquistato nel 2014. Una serie finale molto bella, che ha visto l’Olimpia vincere le prime due gare giocate a Milano, farsi raggiungere sul 2-2 nelle due gare disputate a Reggio Emilia, vincere gara5 a Milano con una partita di grande dominio e infine chiudere la serie a Reggio Emilia, in una partita estremamente equilibrata e giocata spesso punto a punto.

Propria questa serie finale è stata, tra l’altro, uno dei migliori spot per questo sport. Da anni le partite dei playoff vengono regolarmente trasmesse in televisione, e ogni anno si registrano piccoli incrementi nei dati di ascolto. Segno che l’interesse verso questo sport continua a crescere e ad allargarsi, come testimonia anche il crescente numero di persone che, grazie a Sky, si svegliano di notte per seguire in diretta i playoff del campionato NBA. Una lenta ma costante crescita che dovrebbe essere capitalizzata dalla Legabasket e dalla Federazione per allargare sempre più l’interesse anche nei media: ad oggi solitamente durante il campionato di regular season ogni domenica su RaiSport viene trasmessa in chiaro una sola partita, in futuro la speranza è che possano essere almeno un paio ad ogni giornata di campionato. Ma, come detto, serve lavorare affinché questo interesse continui a crescere, senza generare inutili scontri con sport molto più seguiti.

E qui casca il proverbiale asino: perché si è fatta disputare gara6, decisiva per l’assegnazione dello scudetto, in contemporanea all’esordio della nazionale italiana di calcio ai Campionati Europei? I sorteggi di Euro2016 furono fatti il 12 dicembre del 2015, già allora si sapeva che l’Italia avrebbe esordito il 13 giugno alle ore 21 contro il Belgio. La Legabasket non avrebbe potuto pensare di spostare di un giorno la partita, facendola magari disputare di martedì sera? Si sarebbe preservata una bellissima serie finale garantendogli la possibilità di essere vista da un numero maggiore di persone, che magari avrebbero anche apprezzato. E invece si è preferito andare a uno scontro suicida: non è che Legabasket e Federazione lo hanno fatto in modo da “pesare” il seguito che ha il basket? E se fosse vero, ha poi senso “pesare” il proprio seguito in questo modo? Non hanno banalmente pensato che molte persone avrebbero avuto piacere nel seguire entrambe le partite?

La pallacanestro in Italia ha una grande tradizione, spesso vincente anche in Europa e in nazionale, mandarla così al massacro è inutilmente deleterio. Io vorrei sinceramente vedere una crescita sempre maggiore, vorrei vedere un aumento di interesse verso questo sport, vorrei vederlo sempre più popolare, ma per farlo occorre anche essere scaltri e realisti: se una partita decisiva per l’assegnazione dello scudetto, e quindi potenzialmente interessante per un pubblico vasto, si gioca in contemporanea ad una partita della nazionale dello sport più diffuso e popolare, allora forse converrebbe spostarla senza troppi complessi d’inferiorità. Ho letto che la Legabasket al limite propose alle squadre di anticipare la partita al tardo pomeriggio, ma Reggio aveva poi logicamente rifiutato perché questo avrebbe impedito a molti tifosi che lavorano di venire al palazzetto a vedere la partita. La mia speranza è che sovrapposizioni simili non si verifichino più in futuro, ma se dovesse succedere, almeno si abbia l’accortezza e l’umiltà di capire che mettersi contro uno sport enormemente più popolare porta solo delle ossa rotte.

Edit:

Dall’account “La Giornata Tipo” (@parallelecinico) un confronto sugli ascolti della decisiva gara dei playoff del 2015 e del 2016. C’è da fare una grossa riflessione.

Annunci


Categorie:Sport

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: