NonRecensione – 108: The Dressmaker

12829402_1244751872220794_4503682702907497159_o

Alcuni film mi incuriosiscono dal trailer, pur non sapendo nulla della trama. Capita di vedere il trailer al cinema, mentre attendi che parta il tuo film, e che ti colpiscono talmente tanto da non riuscire quasi a pensare ad altro. Magari può venirti il sospetto che il film non sia granché e che il trailer sia la cosa meglio riuscita della pellicola (spesso alcuni film valgono più per essere visti come trailer, che nella loro completezza), ma questo sembrava promettere davvero molto. Per iniziare, come sempre, i voti: Comingsoon gli assegna un 4,1/5; Mymovies un 3,17/5; Imdb un 7,1/10.

Il film si svolge a Dungatar, piccolissimo paesino nell’entroterra australiano. Siamo nel 1951 e una sera alla stazione arriva Tilly, ragazza che era stata allontanata dal paesino molti anni prima quando lei era ancora una bambina. Torna come un’affermata stilista, torna per capire perché lei creda di essere maledetta. Deve indagare nel suo passato, capire perché fu cacciata, sviscerare quella maledizione che si sente dentro. Ma ovviamente una donna così bella, che si veste in un modo così appariscente, in un piccolissimo paesino negli anni cinquanta desta scalpore, anche per l’imperante bigottismo di molti abitanti del luogo. Quella di Tilly sarà una lunga ricerca, costellata da piccoli e grandi colpi di scena, fino ad un finale davvero spettacolare.

Il film è molto intenso come ritmo, ha delle pause in cui rallenta ma non permette mai davvero di rilassarsi e tirare il fiato. Piccole e grandi scoperte si susseguono come piccoli pezzi di un puzzle che si scopre pian piano e che va meticolosamente composto. A volte sono scoperte tristi, altre volte divertenti e corrosive, alcune davvero inaspettate, ma tutte contribuiscono a creare quel disegno d’insieme che porterà poi al finale del film. Situazioni che, per tornare all’inizio, il trailer spiega solo in parte, senza definire, lasciando quindi una curiosità che viene ampiamente ripagata nella visione di questo film.

Ottimo il cast: Kate Winslet è Tilly; Judy Davis è Molly Dunnage, madre di Tilly; Liam Hemsworth è Teddy McSwiney, giovane e attraente abitante del piccolissimo paesino; Hugo Weaving è Farrat, sergente di polizia; Kerry Fox è Beulah Harridiene, una sarta chiamata per fare concorrenza a Tilly; Sarah Snook è Gertrude Pratt, la prima ragazza che si fa fare un vestito da Tilly; Caroline Goodall è Elsbeth, madre di William; Rebecca Gibney è Muriel Pratt, mare di Gertrude; James Mackay è William Beaumont, promesso sposo di Gertrude; Shane Bourne è Evan Pettyman, sindaco del paesino; Alison Whyte è Marigold Pettyman, moglie del sindaco; Barry Otto è Percival Almanac, farmacista e dottore del paesino; Julia Blake è Irma Almanac, moglie del farmacista.

La regia è affidata a Jocelyn Moorhouse, e direi che tutto sommato è una buona regia. Superbi i costumi, con abiti che sono davvero impressionanti per la loro bellezza, ma tutta l’ambientazione è davvero ben fatta e ben curata. Un film molto piacevole, a tratti comico e a tratti drammatico, ma soprattutto bello da vedere e interessante, di quelli che alla fine scopri di non esserti mai annoiato. Il mio voto finale è un 8/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

1 reply

  1. I couldn’t refraіn from commenting. Perfeсtly written!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: