NonRecensione – 107: Captain America, Civil War

Nuovo film dell’Universo Marvel, e nuovo mio appuntamento fisso al cinema. Se si conta che Captain America e Iron Man sono alcuni dei miei supereroi preferiti (insieme a Batman, ma lui è della “concorrenza”), allora capirete come non potessi mancare a questo appuntamento. Anche perché questa guerra civile fra supereroi rappresenta uno snodo centrale della storia degli Avengers, destinato potenzialmente a dare vita a scenari ancora più vasti di quelli che abbiamo visto finora. Ma prima di tutto, i voti: Comingsoon gli assegna un 4,3/5; Mymovies un 3,46/5; Imdb un 8,4/10.

La storia, in sintesi: dopo gli scontri avvenuti a Sokovia Captain America era rimasto alla nuova base degli Avengers ad addestrare nuovi supereroi. Ma quel terribile scontro e altri scontri avvenuti in seguito che porteranno ad incidenti molti gravi, come quelli che accade in apertura di film, porteranno gli Stati nazionali a chiedere ai supereroi di registrarsi per operare sotto il loro controllo. Questo porterà ad una spaccatura dei supereroi: da una parte Captain America che è contrario alla registrazione, dall’altra Tony Stark/Iron Man che invece è favorevole. Nel mentre riappare Bucky, il Soldato d’Inverno, che verrà protetto da Captain America perché vuole aiutarlo a liberarsi del condizionamento al cervello a cui è stato sottoposto. Ma Bucky è accusato di aver compiuto un attentato all’Onu, uccidendo il re del Wakanda, dove si produce il prezioso metallo di cui è fatto lo scudo di Captain America. Anche a causa di questo la frattura fra gli Avengers diverrà allora ancora più profonda.

Il film è semplicemente spettacolare: l’azione, gli effetti speciali, le battute a effetto, la regia, tutto sembra funzionare come un orologio. Ma ci si sbaglia se si derubrica un film simile a semplice divertissement fra supereroi mascherati che fanno combattimenti, gli argomenti che il film mostra e a cui viene messo dei fronte lo spettatore sono molti: la libertà d’azione, la necessità di creare maggiore sicurezza, la paura che un controllo superiori modifichi la missione di pace che i supereroi si sono dati. Ma anche l’amore fraterno fra le persone, l’essere messi di fronte al dolore provocato dalle proprie azioni, il doversi confrontare con condizioni emotive inedite per molti supereroi che si ritenevano inviolabili da certi punti di vista. Ma anche un importante tema politico di sottofondo: ovvero che forse anche certi eccessi di sicurezza possono in qualche modo istigare il crimine.

Senza dimenticare un altro importante tema che riguarda Bucky Barnes, il Soldato d’Inverno: è uno dei più terribili assassini in circolazione, ma solo perché la sua mente è stata condizionata e il controllo su di lui può essere “attivato” tramite una specifica serie di parole. Senza questo è una persona buona, che ricorda il suo passato, che si presta ad aiutare Captain America per ricercare i cattivi. Riusciranno a liberare la sua mente dal condizionamento? Gli ritornerà completamente la memoria? Insomma, potrà essere perdonato o no? Una questione filosofica non di poco conto, soprattutto per chi non conosce tutta l’evoluzione del personaggio nei fumetti.

Come sempre ricchissimo il cast: Chris Evans è Steve Rogers/Captain America; Robert Downey jr. è Tony Stark/Iron Man; Scarlett Johansson è Natasha Romanoff/Vedova Nera; Sebastian Stan è Bucky Barnes/Soldato d’Inverno; Jeremy Renner è Clint Barton/Occhio di Falco; Don Cheadle è James Rhodes/Iron Patriot; Anthony Mackie è Sam Wilson/Falcon; Paul Bettany è Visione; Elizabeth Olsen è Wanda Maximoff/Scarlet Witch; Daniel Brühl è il barone Zemo; Chadwick Boseman è T’Challa/Black Panther; Emily VanCamp è Sharon Carter; Frank Grillo è Brock Rumlow/Crossbones; Mark Ruffalo è Bruce Banner/Hulk; Paul Rudd è Scott Lang/Ant-Man; Tom Hollande è Peter Parker/Spider Man; William Hurt è Thaddeus Ross.

La regia è affidata a Anthony e Joe Russo, già registi del precedente capitolo di Captain America. In generale il film è spettacolare, e non solo per le scene d’azione e di combattimento. Un film lungo, ma che scivola via tendenti sempre incollato allo schermo e senza farti annoiare mai. Probabilmente uno dei più belli creati in questo Universo Marvel. Il mio voto è un rotondo 9/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: