NonRecensione – 104: Batman v. Superman, Dawn Of Justice

 
Probabilmente questo è il film sui supereroi più atteso da anni, anche per via di una sua lunghissima gestazione: si trovano rimandi espliciti ad esempio in altri film del 2007 (ricordate il cartellone pubblicitario che si vede in una serva di “Io sono leggenda”?), e già allora del progetto se ne parlava da anni. Si può ben capire come l’arrivo sugli schermi sia stato accompagnato da una pressione tremenda da parte di tutti, con aspettative che probabilmente sono arrivate a livelli mai visti prima. Intanto, i voti: Comingsoon gli assegna un 4,2/5; Movieplayer un 3/5; Imdb gli fa un 7,4/10.

La complessa e intricata trama è così riassumibile: Bruce Wayne vede Superman combattere contro Zod (fatti avvenuto temporalmente nel finale del precedente film di Superman) e inizia a pensare che questo alieno senza controllo possa essere un pericolo per la terra. Dal canto suo Clark Kent/Superman iniziano a pensare che i modi sbrigativi e violenti usati da Batman per farsi giustizia siano illegali e da condannare. Queste incomprensioni sono sfruttate da Lex Luthor che mette i due supereroi uno contro l’altro, guidandoli in una parabola di incomprensioni che li porterà a sfidarsi faccia a faccia, il tutto mentre Lex prevede possesso dell’astronave proveniente da Krypton e da vita a un nuovo mostro, Doomsday.

Ovviamente i due supereroi non si uccideranno ma riusciranno a capire di essere stati spinti volontariamente in questa diatriba da Lex, che nel frattempo aveva rapito la madre terrena di Superman. Ed è proprio la madre la chiave che porta i due supereroi a smettere di combattersi, in un modo però che il film spiega malissimo e in modo sbrigativo. Ma non è secondo me la sola pecca a livello di sceneggiatura e di soggetto: ed è questo il principale problema del film, non tanto gli attori, o i loro costumi o la loro caratterizzazione. Tutti hanno recitato bene compreso chi aveva ruoli apparentemente minori, come Gal Gadot/Wonder Woman. Il punto è come è stata sviluppata la storia e come sono state montate alcune sequenze.

Dedicare la parte iniziale del film per mostrare il lato umano e vulnerabile dei due supereroi va anche bene, ma praticamente fare due bignami delle rispettive storie è inutilmente ridondante. Così come le allucinazioni e i sogni fatti da Batman sono inseriti nel film quasi senza capire che siano suoi incubi e non scene reali, cosa che genera in chi guarda il film un po’ di disorientamento. Già detto poi del modo in po’ raffazzonato e sbrigativo con cui viene concluso il combattimento fra Superman e Batman, altra cosa che lascia un po’ perplessi. È sostanzialmente la sceneggiatura ad essere zoppicante, dato che si capisce poco di come Lex scopra esattamente la vera identità dei due supereroi, di come gli venga l’idea di metterli uno contro l’altro (cosa poi che si intuisce parzialmente alla fine, perché anche lì non è molto chiaro). Con questi punti trattati così male viene a cedere un po’ tutto il film, dato che ne rappresentano un po’ l’ossatura generale. Ho trovato invece tutto sommato bravi gli attori e realistici sia i costumi che i modi di agire, compreso il Batman di Ben Affleck che era stato preso di mira già a partire dall’annuncio della sua partecipazione nel film. Anch’io avevo dei dubbi su di lui, ma devo dire che sostanzialmente erano più dettati dalla nostalgia di quel meraviglioso Batman modellato da Nolan e Bale.

Ricco e discreto il cast. I principali: Ben Affleck è un Bruce Wayne/Batman un po’ invecchiato; Henry Cavill è Clark Kent/Superman; Amy Adams è Lois Lane; Jesse Eisenberg è Lex Luthor; Diane Lane è Martha Kent; Jeremy Irons è Alfred; Holly Hunter è la senatrice Finch; Gal Gadot è Diana Prince/Wonder Woman; Jason Momoa è Arthur Curry/Acquaman; Ezra Miller è Barry Allen/The Flash; Laurence Fishbourne è Perry White.

La regia, come per L’Uomo d’Acciaio è di Zack Snyder, che rispetto al primo capitolo dimostra qualche inciampo ulteriore ma riesce a rendere abbastanza bene sia ambientazioni che personaggi. A essere onesti anche gli inciampi di sceneggiatura sembrano abbastanza inspiegabili, contanti che fra gli sceneggiatori c’è anche David S. Goyer, che ha scritto i soggetti della trilogia di Batman girata da Nolan. Come mai questa caduta di qualità? Citazione anche per le musiche, che sono di Hans Zimmer. Il mio voto finale è uno stiracchiato 7/10: alla fine, nonostante la lunghezza, il film riesce a farsi apprezzare, ma sicuramente molte cose sarebbe stato meglio farle diversamente.

Vi lascio con alcuni articoli che danno qualche spiegazione e raccontano alcuni particolari. Se non avete visto il film e non volete spoiler, vi conviene saltarli.

Cinque quesiti senza risposta sull’Universo DC

Dieci cose che potreste non aver notato nel film

Altre dieci cose sul film

Una delle scene tagliate del film (che potrebbe preludere all’arrivo di Darkseid)

Snyder spiega il finale del film

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: