NonRecensione – 102: Lo Chiamavano Jeeg Robot

 
Il titolo potrebbe trarre in inganno, e in effetti è quello che si potrebbe definire un inside joke. Infatti questo film con il fumetto di Jeeg Robot d’Acciaio non ha praticamente nulla a che fare, se non per un rimando dovuto alla fissazione di una delle protagoniste, che non fa altro che guardare dvd con questa serie animata. Inizialmente anch’io ero un pro’ interdetto davanti a questo titolo, e non sapevo bene cosa aspettarmi, cosa che mi lasciava un po’ scettico. Mia intanto, i voti: Comingsoon gli assegna un 4,3/5; Mymovies un 3,56/5; Imdb un 7,8/10.

La storia è abbastanza semplice. Si ambienta in Italia, a Roma, in una Roma scossa da attentati dinamitardi e controllata da commissari che impongono dure riforme e pesanti tagli, in cui piccoli gruppi criminali si vogliono organizzare per combattere la propria battaglia per il potere. E c’è un piccolo ladro, uno che fa piccoli furti, Ezo Ceccotti, che per scappare dalla Polizia si tuffa nel Tevere, vicino a una chiatta da lavoro, e qui finisce dentro un bidone che contiene una sostanza non meglio identificata. Una sostanza che gli darà una forza incredibile, che inizialmente userà per fare delle rapine. Ma la conoscenza con una ragazza in fissa coi cartoni di Jeeg Robot, figlia di un altro malvivente rimasto ucciso mentre cercava di recuperare degli ovuli contenenti cocaina, lo porterà a cambiare vita, iniziando a combattere per proteggere gli altri.

Un film strano, un film di supereroi fatto in Italia, con un budget relativamente basso. Eppure un film interessante, a tratti forse un po’ lento ma avvincente, girato come se fosse il primo capitolo di una storia, come se si volesse raccontare l’origine e la nascita di questo supereroe che si intesterà il compito di difendere la sua città, Roma. Un film che riesce appieno nel suo intento, che crea un vero e proprio film sui supereroi degno di quelli ben più blasonati creati in America. Del resto il regista Gabriele Mainetti e lo sceneggiatore Nicola Guaglianone avevano già brillantemente collaborato anni fa quando crearono il cortometraggio “Basette”, un tributo a Lupin III fatto con attori romani che piacque subito tantissimo. Un film che sa pescare dal meglio dei film stranieri, che nonostante il budget basso sopperisce con trovate ironiche e invenzioni visive, con pochi ma saggi effetti speciali e con una fotografia che aiuta a costruire l’epica di un personaggio sbandato che si redime e diventa il paladino del bene.

Buono il cast, che lavora in grande armonia: Claudio Santamaria è Enzo, il ladruncolo che acquisisce i superpoteri; Luca Marinelli è lo Zingaro, colui che diverrà il villain di Enzo; Ilenia Pastorelli è Alessia, la ragazza fissata con Jeeg Robot, colei che pensa che Enzo sia in realtà Hiroshi Shiba, l’eroe di Jeeg; Stefano Ambrogi è Sergio, il padre di Alessia; Maurizio Tesei è il Biondo, uno della banda dello Zingaro; Francesco Formichetti è Sperma, altro personaggio della banda dello Zingaro; Daniele Trombetti è Tazzina, altra persona della banda dello Zingaro; Antonia Truppo è Nunzia, una camorrista napoletana con cui lo Zingaro si metterà in affari; Gianluca Di Gennaro è Antonio, uno degli uomini della banda di Nunzia; Salvo Esposito è Vincenzo, altro uomo della banda di Nunzia.

La regia è affidata, come detto, a Gabriele Mainetti, ed è una buona regia. Bella la fotografia e ben realizzate le musiche, che una chicca veramente da non perdere: la sigla di Jeeg Robot cantata dallo stesso Santamaria in una versione davvero interessante. Alla fine il mio voto è un meritato 8/10: non fatevi influenzare dal titolo immaginando una revisione all’italiana del famoso animo giapponese, questo film è qualcosa di diverso e allo stesso tempo qualcosa che va ben oltre la vostra immaginazione.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: