La triste deriva di Sinistra Ecologia e Libertà

Lo dicevo giusto ieri: prima o poi qualcuno dovrà fare una seria analisi di Sinistra Ecologia e Libertà per scoprire perché, negli ultimi tempi, inanelli soltanto delle magrissime figure. È quasi una dote quella di riuscire a fare la cosa peggiore possibile, in una rosa di svariate opzioni: ti trovi li a poter scegliere cosa fare e irrimediabilmente scegli di imboccare la strada peggiore possibile. Ricordate la sfiducia a Marino a Roma? Venne appoggiata anche da Sel, col risultato di ottenere una vera e propria rivolta della propria base militante, un autogol davvero clamoroso che non fa altro che gettare ombre sulla capacità politica di questo partito.

E pensare che Sel era nata con i migliori auspici. Fondata nel dicembre del 2009, era il risultato di una fusione di diversi piccoli movimenti che si proponevano di riempire il vuoto drammatico apertosi a sinistra. Volevano aprire un percorso nuovo, dare vita a un soggetto politico nuovo che desse vita a un movimento di sinistra adatto al nuovo secolo: praticamente per stesse premesse che si è data oggi Sinistra Italiana, il nuovo contenitore politico in cui si è fusa Sel, in una mirabolante ciclicità degli eventi. Buoni auspici che sono andati completamente persi col tempo, tanto da portare Sel a risultate quasi completamente ininfluente nel quadro politico nazionale.

L’ultima grande trovata la compiono a Milano. Come sappiamo nel capoluogo lombardo si stanno preparando le primarie del centrosinistra, primarie che saranno molto combattute e che vedono tre candidati fra i potenziali vincitori: Giuseppe Sala, Francesca Balzani e Pierfrancesco Majorino. Sel, all’inizio, ha sostenuto vivacemente e continuamente Majorino, il primo a candidarsi ufficialmente, anche perché da attuale assessore della giunta Pisapia poteva benissimo incarnare quel candidato con le carte in regola per portare avanti l’attuale esperienza di governo cittadino. Sala sarebbe stato ill candidato renziano, diciamo così, quello meno vicino alle aree di sinistra. Ma ecco l’imponderabile: protagonista è lo stesso Pisapia che, con un colpo a sorpresa, prende la sua attuale vicesindaca Balzani e la lancia come candidata alle primarie, indicandola indirettamente come l’unica vera erede della sua esperienza di governo.

E qui Sel compie un vero numero da circo. Con estrema sfacciataggine, gira le spalle a Majorino e si dirige a sostenere la Balzani. Del resto lei ottiene l’appoggio indiretto del sindaco, ma anche di una folta schiera di intellettuali che rappresentano perfettamente la borghesia salottiera e l’intellighenzia de sinistra milanese, quella che solitamente è più dedita a battersi elegantemente ottenendo sconfitte onorevoli. Ovviamente l’lettorato di Sel si spacca in due, potendo per basi per uno scontro che favorisce Sala, l’unico candidato su cui hanno iniziato la polemica per riconoscerlo come lontano dal centrosinistra. E allora si corre al riparo con l’evento dell’11 gennaio, cercando di fare in modo di ottenere un’unica candidatura fra Majorino e Balzani, per lottare meglio contro Sala.

Il “colpo di genio” è dietro l’angolo. Un vero colpo a effetto, in cui si chiede sostanzialmente a Majorino di farsi da parte e convergere sulla Balzani. Una scelta che non ho remore a definire come offensiva, dato che dovrebbe prevedere che Majorino getti tutto via dopo molti mesi di candidatura. Non potrebbero invece prevedere che la Balzani si ritiri e faccia da vice dalla candidatura di Majorino? O forse l’essere stata “imposta” da Pisapia prevede che diventi improvvisamente degli intoccabili? Di fondo resta la palese incoerenza di Sel, che prima appoggia e poi volta le spalle a uno dei candidati sindaco, solo per convergere su quella che potenzialmente ha più appoggio politico. Un modo come un altro per restare attaccati alla sedia, nel timore di perdere il potere: e meno male che dovevano creare una nuova sinistra.

Annunci


Categorie:Politica

Tag:, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: