NonRecensione – 93: Loro chi?

 
Spesso le commedie italiane scivolano in copioni scontati e banali, che fanno si ridere ma per singole battute o curiose gag. Ma ci sono anche volte in cui vengono prodotte pellicole brillanti, con storie ben scritte e raccontate, e questa è fortunatamente una di queste. Intanto, i voti: Comingsoon gli assegna un 3,8:5; Mymovies un 2,78/5; Imdb un 6,8/10.

Il film racconta di David, giovane ragazzo che prova molte strade (scrittore, giornalista, responsabile di campagne elettorali) prima di trovare un buon lavoro che lo porta da Roma in Trentino. Qui dovrà curare il lancio di un prodotto rivoluzionario di cui curerà la promozione, ma la sera prima si lascia convincere da un cameriere timido e balbuziente ad andare da lui per suonare alla porta delle due avvenenti vicine. Solo che il cameriere e le due ragazze sono in realtà dei truffatori che gli porteranno via tutto: soldi, auto, casa, lavoro e amore, perché anche la fidanzata lo mollerà in asso.

Scatta allora la ricerca di Marcello, questo cameriere, e dopo vari giri a vuoto riuscirà a trovarlo e Marcello acconsentirà a risarcirlo. Ma David non si fida e allora inizia a stargli vicino finché non avrà i suoi soldi, ma finirà per essere coinvolto nelle truffe dei tre. Anzi, sarà poi lui a proporre un colpo da milioni di euro ai danni della sua ex azienda: rubare il server con la formula del famoso prodotto rivoluzionario per venderlo ai cinesi. Un colpo magistrale, ormai si sentono ricchi, ormai David si sente realizzato per il grande guadagno. Ma si sa, nelle truffe non tutto è come sembra.

Un film davvero bello, con un buon ritmo narrativo e ricco di svolte spesso anche un po’ inaspettate. Bella l’idea iniziale che vede tutto il film narrato dallo stesso David a un editore, dato che ci ha scritto un libro su queste avventure che ha vissuto, a cui chiede di fargli avere subito un finanziamento per scappare dato che è ricercato dalla polizia. Interessante l’elemento cardine di tutto il film: il fatto che la truffa regali alle vittime quei rari momenti di protagonismo che tutti, sotto sotto, sognano. Una delle battute di Marcello infatti recita che “sarà poi la stessa vittima a pregare in ginocchio per essere truffata”.

Ben composto il cast: Edoardo Leo è David; Marco Giallini è Marcello; Catrinel Marlon è Ellen, una delle due complici di Marcello; Lisa Bor è Mitra, l’altra complice; Ivano Marescotti è il presidente dell’azienda trentina che detiene il prodotto rivoluzionario; Vincenzo Paci è Melli, assistente del presidente; Antonio Catania è il redattore a cui David legge il libro prima di scappare; Maurizio Casagrande è il maresciallo Gallinari, dei Carabinieri, amico del presidente; Susy Laude è Cinzia, fidanzata di David; Patrizia Loreti è la zia di David.

La regia è doppia, ed è affidata a Francesco Micciché e Fabio Bonifacci, risultando energica e quasi mai scontata. Un film veramente ben riuscito che consiglio vivamente a tutti, il segno che la buona commedia è ancora viva e vegeta, nel mare di ciofeche che vengono continuamente prodotte. Il mio voto finale è un 7,5/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: