Scene di ordinaria follia, ehm, vita quotidiana da pendolare Trenord

Gente che arriva in banchina alle 7.45 e si lamenta che le porte del treno (che deve partire alle 7.39) sono chiuse. Il capotreno le riapre, aspetta, e si prende pure gli insulti di una persona che gli urla che loro devono aspettare, “tanto eravate ancora qui”. Nessuno gli fa notare che era già stato dato il segnale di partenza, ma amen.

Battibecco fra capotreno e questa persona che lo insulta a nastro continuo, col capotreno che si esibisce in altrettanti insulti e in un bestemmione tonante che il treno s’è affollato talmente tanto di santi che quasi non c’era più posto. Mugugni e borbottii di altri passeggeri, che prima si lamentavano del ritardo del treno, del fatto che dovesse partire subito, che non era possibile essere ancora fermi, ma dopo che questa persona arrivata in ritardo ha aggredito verbalmente il capotreno i passeggeri hanno preso a lamentarsi che il treno diveva fermarsi, doveva attendere, non doveva partite. La follia.

Restando fermi e riaprendo le porte si perde la precedenza per passare, e questo ci obbliga ad aspettare che gli altri treni passino prima di noi. Dalla partenza alle 7,39 (più ritardo quotidiano a cui ormai siamo abituati) si slitta alle 8.03 circa. E lungo la tratta ci dobbiamo anche fermare perché i treni davanti, già carichi, ci mettono più tempo alle fermate, dovendo convincere chi vuole salire che dietro arriva subito un altro treno.

Ah, e mentre aspettiamo di partire, col capotreno che via radio continua a chiedere quando può partire, un nutrito gruppo di pendolari lo aggredisce insultandolo, con lui che cerca di svicolare, come se fosse sua volontà restare fermi. Una signora prova a calmare questi pendolari, dicendo loro che non ci si rivolge a qualcuno in quei termini, ottiene la risposta di una signora cinquantenne che dice: “A me non frega un cazzo, quello lo pago io e fa quello che dico io”. No comment.

E questo è quanto, sia sul servizio offerto da Trenord che sull’educazione dei pendolari. È un mondo davvero meravigliosamente folle.

Annunci


Categorie:Riflessioni, Trasporti

Tag:, , ,

7 replies

  1. Se il treno fosse partito in orario, gli stronzi sarebbero rimasti a terra.

    Mi piace

    • Dare dello “stronzo” a qualcuno offende lo stronzo vero. Chiedilo a chi soffre di stitichezza.
      Questo articolo mi ha fatto sorridere.
      Perché in Italia i “Servizi” (Treni, Poste, Giustizia, ecc.) devono funzionare male?
      Buon pomeriggio.
      Quarc

      Mi piace

      • Io mi domanderei anche perché la gente è così insensatamente arrogante. Trattavano quel capotreno come se fosse un membro di una non meglio specificata “casta” che opera contro le persone.

        Mi piace

      • L’esasperazione…
        Lo Stato ha dimenticato che deve portare rispetto verso il cittadino.
        Quarc

        Mi piace

      • La maleducazione non ha giustificazioni.

        Mi piace

      • Non giustifico la maleducazione, non ci penso nemmeno. Ho semplicemente risposto alla domanda.
        C’è un proverbio che dice che “C’È LA GOCCIA CHE FA TRABOCCARE IL VASO”. La goccia è poca cosa ma l’acqua che esce è molta.
        Quarc

        Mi piace

      • Ciò che ci distingue dagli animali è anche questo, la capacità di vivere in comunità che si sono date delle regole comuni di convivenza, fra cui il rispetto del prossimo. Giustificare, perché questo è, certi atteggiamenti perché si sarebbe raggiunta l’esasperazione (che poi, nello specifico le persone prima si lamentavano di una cosa è 30 secondi dopo si lamentavano di quella opposta) è come riconosceresti che in realtà così evoluti non lo siano. Almeno non tutti.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: