Cosa si sa del Progetto Titan di Apple

 

Negli scorsi mesi si è fatto un gran parlare del Progetto Titan, un progetto segreto su cui starebbe puntando Apple. Il progetto prevederebbe di costruire un’auto completamente elettrica entro il 2020, ma uso ancora il condizionale perché di sicuro non esiste ancora nulla. Titan infatti è tenuto nel più stretto riserbo, tanto che non si sa praticamente nulla, tranne che dovrebbe operare nei nuovi campi di interesse fatti registrare da Apple in Svizzera, che sono:

“Veicoli; Apparecchi di locomozione terrestri, aerei o nautici; componenti hardware elettronici per autoveicoli, vagoni ferroviari e locomotive, navi e aerei; Dispositivi antifurto; Allarmi antifurto per veicoli; Biciclette; Golf cart; Sedie a rotelle; Pompe ad aria; Motociclette; Pezzi di ricambio e accessori per i suddetti articoli.”

Qualcuno nei mesi scorsi ha ipotizzato che non fosse l’auto elettrica il vero obiettivo, quanto più sistemi avanzati di navigazione e di guida automatica. Il che potrebbe anche corrispondere al vero, data la totale mancanza di comunicazione sugli obiettivi di questo progetto da parte di Apple. Dubbi che derivano proprio dalla sterminata area di nuovi interessi registrati, che comprendono anche biciclette, treni, barche e aerei. È pur vero però che anche in quei campi (treni a parte) si sta provando a creare mezzo a propulsione elettrica, come ad esempio sta facendo la NASA con il LEAPTech, prototipo di aereo a propulsione elettrica.

Ma l’idea che Apple punti all’auto elettrica si è recentemente rinforzata. Questo perché Cupertino ha da poco ufficializzato l’arrivo di Doug Betts, ex Senior Vice President of Global Quality di FCA: un personaggio importante, da sempre nel settore automotive, con un passato anche in Nissan e in Toyota. A questo si assomma altri tasselli, ovvero l’ingaggio di molto tecnici dalla Tesla, una tra le più famose aziende al mondo che già oggi produce auto elettriche, ma anche gli ingaggi di molti ex dirigenti del campo automotive, come riportava a febbraio La Stampa, come Johann Jungwirth, ex Ceo di Mercedes-Benz Research & Development North America fino al 2014.

Infine ci sono da segnalare le visite a Magna Steyr, colosso austriaco della subfornitura automobilistica e dell’assemblaggio conto terzi. L’azienda, per intenderci, che qualche anno fa tentò di comprare Opel dalla General Motors. Potrebbe essere che fra Apple e Magna Steyr si sia parlato di una collaborazione per l’eventuale produzione futura della macchina elettrica della Mela. Ma anche qui mai dare nulla per scontato, perché la strada è ancora lunga, anche se alcuni rumors sono molto interessanti.

Si sa ad esempio che la stessa Apple stia sondando collaborazioni con Google per il loro progetto di guida automatica. Ma si vocifera che Apple stia anche vagliando di trovare un partner del campo automotive con la necessaria esperienza nella produzione di autoveicoli, da qui le visite in Austria sopra riportate. Ma non sono le uniche. Sappiamo anche ad esempio del viaggio in California di Marchionne avvenuto a maggio, dove ha incontrato sia i vertici di Apple che quelli di Tesla. Sappiamo che la stessa Google parla, in prospettiva, di alleanze per la produzione della sua Google Car citando grandi aziende come Toyota, Ford, General Motors e Volkswagen, e come un eventuale collaborazione fra Google e Apple potrebbe indirizzare entrambe verso un’unica azienda, nel caso di sviluppo congiunto della vettura.

Insomma, il Progetto Titan sta lentamente prendendo forma, con una battuta potremmo dire quelle di una macchina. Nei prossimi mesi ci saranno sicuramente nuove voci e nuovi pettegolezzi, ma credo credo nessuna reale conferma o smentita da parte di Apple. La partita sul campo delle auto elettriche è molto grande e sostanzialmente sgombra da soggetti dominanti, tanto è vero che molte Case automobilistiche hanno in listino auto simili ma con produzioni limitate, dati anche i limiti di autonomia e i prezzi di acquisto ancora decisamente elevati. L’ingresso massiccio di un qualsiasi nuovo soggetto potrebbe portare a un cambiamento radicale degli equilibri di settore, motivo per cui un po’ tutti guardando con curiosità ai progetti di Apple. Il futuro potrebbe essere sulla soglia d’ingresso.

Annunci


Categorie:Motori, Tecnologia

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: