Renzi e i retroscena all’Eurosummit

 

Sappiamo che l’Eurosummit per discutere della Grecia è stato molto duro, a tratti drammatico. Sappiamo come la trattativa sia durata tutta notte, come ci siano stati molti scontri, come si sia plasticamente vista la spaccatura dei Paesi europei, divisi fra quelli fedeli alla linea rigorista (e a Schäuble) e quelli favorevoli a sostenere di più Tsipras e la Grecia. Ce lo racconta bene Il Sole 24 Ore, dove dà risalto al gesto risoluto di Tusk che ha impedito ai capi di stato di lasciare il tavolo negoziale.

Un Eurosummit dove sono usciti molti veleni, dove sono stati detti in faccia molti pensieri scomodi. Così la Finlandia ha duramente accusato la Grecia di non voler fare le riforme, mentre le stesso Schäuble si è scontrato con Draghi, reo secondo il ministro tedesco di averlo trattato da stupido. Mentre la Francia ha abbandonato l’asse con la Germania per prendere le parti della Grecia, con Hollande che a caldo rilascia una dichiarazione molto forte:

“Niente sarebbe stato peggio di un’umiliazione della Grecia, che non chiede carità ma solidarietà all’Eurozona”

Un posizionamento inedito per la Francia, che non appare più come la prima spalla della Germania. Uno spostamento di un certo peso che trascina con se altri riposizionamenti importanti, come quello dell’Italia, anche se ha fatto più notizia l’infelice battuta di Renzi riportata da Il Giornale, quella del “Scusate il ritardo ma ho passato la notte a salvare l’Europa”. Una frase evitabile. Ma è poi lo stesso Giornale a riportare un’ulteriore retroscena discretamente interessante che riguarda proprio Matteo Renzi.

Un retroscena che, se confermato, sarebbe molto succoso. In sintesi Hollande, durante una pausa notturna dei lavori, si sarebbe diretto verso la stanza degli italiani per parlare con Renzi. “Matteo, ascolta, come ne usciamo? Troviamo un accordo insieme” avrebbe detto Hollande, dando il via a una trattativa allargata poi anche ad alcuni altri leader, preludio di quell’accordo siglato a fatica all’alba. Base comune è stato il punto del fondo da 50 miliardi che Francia e Italia hanno spinto per lasciare in Grecia, e non per crearlo in Lussemburgo come invece chiedeva la Merkel. Con Renzi che al tavolo della trattativa pare metta chiaramente davanti alle loro responsabilità quei Paesi che sostengono la Grexit:

“Se avete deciso di far fuori la Grecia, prendetevi la responsabilità di dirlo. Certo, il patto l’ha rotto Tsipras con il referendum. Ma se si vuole fare un accordo, i margini ancora ci sono senza umiliare nessuno”

Certo, qualcuno dirà che sono retroscena, rumors, voci di corridoio, i detrattori di Renzi diranno che sarà stato tutto inventato. In effetti la stampa italiana non sempre brilla per imparzialità e correttezza delle informazioni diffuse, ma a supporto di questi retroscena arrivano inaspettatamente le parole di un diretto protagonista: Alexis Tsipras. In un’intervista alla televisione greca ERT dichiara questo:

  
Ma i soliti noti non ci raccontavano di un Renzi appiattito sui voleri della Germania? Non ci raccontavamo di un Renzi tagliato fuori dalla trattativa, anzi addirittura assente, non pervenuto? Non ci raccontavano di un Renzi servo sciocco e silenzioso della Merkel, di un Renzi che avrebbe abbandonato la Grecia al suo destino? Beh, pare esattamente il contrario, e a confermarlo è direttamente Tsipras.

Insomma, l’Italia in Europa c’è e insieme alla Francia sta cercando di farsi sentire: spero molto che questo avvicinamento segni l’inizio di un’alleanza volta a rimodellare l’Europa su quei principi di solidarietà e di fratellanza così cinicamente dimenticati. Quanto ai detrattori in servizio permanente, spero che recuperino (al pari dei suoi tifosi sfegatati) un minimo di obiettività su Renzi, ne avremmo tutti da guadagnare.

Annunci


Categorie:Politica

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: