NonRecensione – 85: Ted 2

 
Di un sequel ho sempre quella curiosità di andare a vedere se riesce a mantenere i livelli del primo film, attività che mi lascia sempre abbastanza deluso. Del resto, riuscire a ricreare le alchimie dei primi capitoli è compito assai difficile, specialmente in film comici che “esauriscono” il loro racconto col primo film. Intanto i voti: Mymovies gli assegna un 2,81/5; Comingsoon un 3,9/5; Imdb un 6,9/10.

La trama, in sintesi: il matrimonio fra Ted e Tami-Lynn è in crisi e per provare a riaggiustarlo i due decidono di avere un bambino. Ovviamente Ted è un pupazzo e non può procreare, quindi provano sia con l’inseminazione artificiale che con l’adozione, ma a vuoto. Questo però smuove il governo, che non si era mai occupato dello stato di Ted, e lo dichiara una cosa, non una persona. Ted e John provano allora a intentare causa per i diritti civili di Ted avvalendosi dei servizi di una giovane avvocatessa, Samantha Jackson, con cui inizieranno tutta una nuova serie di avventure tragicomiche.

Rispetto al primo capitolo dove si parlava più di John e degli adulti rimasti ragazzini, qui il centro della scena è di Ted e la storia punta più sul surreale, complici anche una serie di camei di personaggi famosi non sempre convincenti. Il film è come sempre pieno di gag e battute, le risate di certo non mancano, ma il risultato finale è largamente inferiore rispetto a quello del primo film.

Interessante il cast: Mark Walhberg è John Bennett, amico fraterno di Ted; Amanda Seyfried è Samantha Jackson, la giovane avvocata; Liam Neeson fa un piccolo cameo nel ruolo di un cliente del market dove lavora Ted; Morgan Freeman è Patrick Melghan, noto avvocato specializzato in battaglie sui diritti civili; Patrick Warburton è Guy, l’amico omosessuale è un po’ arrogante di Ted; Dennis Haysbert è il medico della fertilità a cui si rivolgono Ted e Tami-Lynn; Jessica Barth è Tami-Lynn, moglie di Ted; Giovanni Ribisi è Donny, il ragazzo che già nel primo capitolo cercava di rubare Ted; Sam J. Jones interpreta se stesso, ovvero l’ex protagonista di Flash; Michael Dorn è Rick, fidanzato di Guy; John Slattery è Shep Wild, abilissimo avvocato ingaggiato per contrastare Ted nel processo sui suoi diritti civili; Tom Brady interpreta se stesso, con Ted e John che vorrebbero rubargli lo sperma; Jay Leno interpreta se stesso, in un incontro equivoco in un bar.

La regia è ancora di Seth MacFarlane, e nella versione originale del film presta anche la sua voce a Ted. Un film tutto sommato divertente, piacevole pet una serata di svago a qualche risata, ma purtroppo nulla di eccezionale o di trascinante come il primo capitolo. Il mio voto finale è un 6,5/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: