Il Dibba!

Alessandro Di Battista

Sulla piazza d’una città
La gente guardava con ammirazione
Un Dibba in festa portato là
Dai dei grillini con un furgone

Con poco senso del pudore
Le donne del meetup di quel rione
Contemplavano l’Alessandrone
Non dico dove non dico come

Attenti al Dibba!

D’improvviso il grosso palco
Dove saltava tutto gioviale
Cadde di schianto non so perché
Forse per colpa della Trilaterale

Il Dibba uscendo fuori di là
Disse: “È colpa del Bilderberg certamente”
Parlava di una certa entità
Che combatteva tenacemente

Attenti al Dibba!

Beppe Grillo si mise a urlare
“Il mio Dibba, fate attenzione!”
Non ha veduto mai un cervello
Potrebbe turbarsi e far confusione

Tutti i presenti a questo punto
Fuggirono in ogni direzione
Tutta la società civile
Smentiva ogni condivisione

Attenti al Dibba!

Tutti gli attivisti corron di fretta
Di qua e di là con grande foga
Si attardano solo una ragazzetta
E un giovane giudice con la toga

Visto che gli altri avevan squagliato
L’onorevole accelerò
E sulla ragazza e sul magistrato
Con quattro urli si portò

Attenti al Dibba!

Bah, sospirò pensando la giovane
Ch’io fossi ancora candidata
Sarebbe cosa alquanto strana
Son della destra estremizzata

Che mi si prenda per grillino
Pensava il giudice con fiato corto
Non è possibile, questo è sicuro
Il seguito prova che aveva torto

Attenti al Dibba!

Se qualcuno di voi dovesse
Costretto con le spalle al muro,
Candidare un giudice o una ragazza
Della sua scelta sarei sicuro

Ma si da il caso che il prode Dibba
Considerato una grande mente
Ma a chi l’ha ascoltato però non sembra
Né molto acuto né intelligente

Attenti al Dibba!

Infatti lui, sdegnando la giovane
Sceglie tosto il magistrato
Lo acchiappa forte per un braccio
E lo battezza candidato

Quello che avvenne fra le urne
Non posso dirlo per intero
Ma la débâcle fu consistente
Furon trombati per davvero

Attenti al Dibba!

Dirò soltanto che nello spoglio
Nello spiacevole e cupo marasma
Urlava il giudice come un vitello
Negli intervalli gridava “Ka$ta!”

Gridava “Ka$ta!” come quel tale
Che il giorno prima li contestava
Ma Dibba con spocchia fuor dal normale
Gli dava del morto che arrancava

Attenti al Dibba!

(Liberamente ispirata a “Il Gorilla” di Fabrizio De Andrè)

Annunci


Categorie:Delirio

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: