NonRecensione – 83: Avengers, Age of Ultron

Avengers_Age_Of_Ultron-poster1

Come per ogni singolo capitolo precedente riguardante uno dei supereroi Marvel, anche i film sugli Avengers rientrano a pienissimo titolo fra i film che aspetto sempre con più impazienza. E dopo aver visto i nuovi capitoli si Captain America, Iron Man e Thor, non vedevo l’ora di gustarmi questa nuova avventura collettiva. Ma come sempre, iniziamo dai voti: Comingsoon gli assegna un 4,3/5; Mymovies un 3,17/5; Imdb un 8,2/10.

Non riassumerò tutta la trama, vuoi perché è molto lunga, vuoi perché preferisco solo darvi un’infarinatura di massima per lasciarsi gustare meglio il film. In questo episodio i Vendicatori iniziano con un combattimento contro una delle basi della HYDRA, mentre sono alla ricerca dello scettro di Locki. Sgominata la base e conquistato lo scettro, Tony Stark e Bruce Banner pensano di sfruttare i poteri della pietra contenuta in quello scettro per dare vita a Ultron, il loro progetto per garantire la sicurezza del pianeta. Ma Ultron non si rivelerà un loro alleato, ma prenderà autonomia trasformandosi nel loro peggior nemico.

Ultron che verrà aiutato da due giovani fratelli che hanno subito dei esperimenti con la pietra dello scettro, che ha dato loro dei poteri: lei, Wanda Maximoff, diverrà Scarlett e avrà il potere di manipolare la mente, mentre lui, Pietro Maximoff, dovrei Quicksilver e avrà il potere di muoversi a velocità incredibili. Ma i due fratelli, scoperto il piano di Ultron di distruggere il pianeta terra, decideranno di passare a combattere insieme agli Avengers. Ma Ultron decide di sfruttare ancora la pietra dello scettro di Locki, che si scoprirà essere una delle sei Pietre dell’Infinito, cercando di dare vita a un essere senziente, Visione, per utilizzalo per il suo folle piano. Ma anche questo suo progetto si scontrerà con l’opposizione degli Avengers.

Come sempre per questo genere di film gli effetti speciali sono semplicemente fantastici: alcune scene, specialmente nel combattimento all’inizio e in quello alla fine del film, si vede che sono state espressamente concepite e girate per rendere al massimo con la grafica tridimensionale, tra l’altro distribuita con qualità IMAX, una cosa che consiglio a tutti di provare per l’eccezionale coinvolgimento che riesce a creare. Ma al di la degli effetti speciali, è tutto il film a determinare un’interessante svolta rispetto ai capitoli precedenti: ne risulta un film in cui si ride di meno, in cui ci sono meno battute, ma dove si affrontano argomenti più seri, dove si esplorano meglio le complessità dei vari supereroi e le loro paure, dando uno certo spessore alla trama che prima era sempre mancato.

Una cosa che viene ben descritta da Raffaele Alberto Ventura, in un pezzo apparso su Internazionale: il raccontare quell’inquietudine derivata dall’eccesso di tecnologia, il mettere a nudo i rischi di una tecnocrazia che potrebbe sfuggire al controllo umano e iniziare a prendere decisioni autonome. Uno scenario su cui si innerva ad esempio tutta la storia di Terminator, dove lo scontro fra umani e organismi cibernetici conduce verso una guerra totale dagli esiti devastanti. Nel film emerge chiaramente il peso della responsabilità di queste scelte tecnologiche su cui si è spinto molto, peso che viene sostenuto dal solo Tony Starck che, in una visione indottagli da Scarlett, vede tutti i suoi amici Avengers morti, mentre solo lui è sopravvissuto, con un Captain America morente che, con l’ultimo filo di fiato, gli chiede perché non abbia fatto tutto quello che poteva per provare a salvarli.

Può quasi apparire come una critica alla civiltà industriale, come scrive l’autore, anche se personalmente mi sembra più un’analisi dei rischi e dei pericoli che questa civiltà rischia con l’evoluzione tecnologica. Un dibattito già molto vivo fin dagli anni sessanta, una serie di rischi che forse è possibile evitare solo continuando a tenere alta l’attenzione spostando l’asticella degli obiettivi sempre più in alto. Nel film questo si riverbera anche nella considerazione che gli Avengers hanno di loro stessi: fino alla comparsa delle loro paura si considerano come gli invincibili difensori del mondo. Ma, come dice Captain America, Ultron li mette di fronte a un dilemma: lui li considera il male del mondo, la causa di tutti i problemi del pianeta terra. Loro attraggono cattivi sempre più forti, loro, con la loro pretesa di protezione e cristallizzazione dello status quo, impediscono secondo Ultron la naturale evoluzione degli esseri umani. E come dice il Capitano, in questo scontro il punto non è soltanto e semplicemente sconfiggere Ultron, ma stabilire se effettivamente lui aveva ragione in questo suo giudizio su di loro.

Ricco e sempre di ottimo livello il cast: Robert Downey jr. è sempre Tony Stark/Iron Man; Chris Hemsworth è Thor; Chris Evans è Steve Rogers/Captain America; Mark Ruffalo è Bruce Banner/Hulk; Scarlett Johansson è Natasha Romanoff/Vedova Nera; Jeremy Renner è Clint Barton/Occhio di Falco; Samuel L. Jackson è Nick Fury; Aaron Johnson è Pietro Maximoff/Quicksilver; Elizabeth Olsen è Wanda Maximoff/Scarlett Witch; James Spader è la voce di Ultron; Cobie Smulders è l’algente dello SHIELD Maria Hill; Don Cheadle è il colonnello James Rhodey/War Machine; Thomas Kretschmann è il Barone Strucker, uno dei fondatore dell’HYDRA; Stellan Skarsgard è il dottor Erik Selvig; Anthony Mackie è Sam Wilson/Falcon; Paul Bettany è Visione, oltre che la voce di Jarvis.

La regia è affidata a Joss Whedon, è devo dire che è davvero ottima, sia per la dinamicità che ha il film sia per il coinvolgimento e il mix fra leggerezza e temi complessi che riesce a sviluppare. Un film che mi ha davvero colpito, il migliore fra quelli creati nell’universo dei supereroi Marvel. Il mio voto finale è un meritatissimo 9/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: