NonRecensione – 82: Se Dio Vuole

Devo essere sincero: inizialmente questo film non mi attirava per nulla, mi sono deciso ad andarlo a vedere perché il resto mi interessava ancora meno. Una classica situazione in cui si finisce per scegliere il meno peggio, ma che dà origine a una bella scoperta. Intanto i voti: Comingsoon gli assegna un 4,4/5; Mymovies un 3,50/5, mentre su Imdb non l’ho trovato.

Tommaso, cardiochirurgo di grande fama, è un uomo dalle certezze assolute: è sposato con Carla, casalinga un po’ repressa che trova rifugio nel bere, e insieme hanno due figli, Bianca, una ragazza bella ma un po’ svampita, sposata con Gianni, un venditore immobiliare, e Andrea, promettente studente di medicina. Sarà lui a dare il via alla storia, facendo un grande annuncio alla famiglia: tutti si aspettano comunichi di essere gay, invece annuncerà la propria intenzione di farsi prete.

L’idea gli è venuta frequentando Don Pietro, un incrocio fra un prete e un santone che tiene degli incontri serali in cui parla di Dio, dei Vangeli, della religione in generale. Incontri molto affollati a cui Tommaso inizia ad andare per avvicinare Don Pietro per conoscerlo meglio, svelarne qualche altarino del suo passato per cercare di far cambiare idea sul sacerdozio a suo figlio Andrea. Ma ciò che scoprirà Tommaso sarà altro, dando vita a cambiamenti ben più grandi della sola intenzione di Andrea.

Commedia brillante che trova una propria strada, senza necessariamente rifarsi a qualcosa d’altro e senza scimmiottare la classica commedia all’italiana fatta di equivoci e battute grevi. La coppia Gassmann-Giallini funziona poi a meraviglia, danno l’idea di essere molto affiatati e di riuscire a essere sullo stesso ritmo. I personaggi appaiono semplici ma hanno un grado di complessità interiore ben delineata, cosa che non li fa mai apparire come banali. Un film che parla di Dio, della Chiesa, senza mai scadere nella predica o nel populismo, ma semplicemente invitando a guardare più avanti, più in là del proprio naso.

Buono il cast: Marco Giallini è Tommaso, il cardiochirurgo; Alessandro Gassmann è Don Pietro, il prete santone; Laura Morante è Carla, moglie di Tommaso; Ilaria Spada è Bianca, figlia di Tommaso; Enrico Oetiker è Andrea, il figlio che vuole farsi prete; Edoardo Pesce è Gianni, marito di Bianca; Carlo De Ruggeri è Pizzuti, improbabile investigatore privato; Giuseppina Cervizzi è Rosa, dipendente dell’ospedale dove lavora Tommaso, che a un certo punto fingerà di essere la moglie del cardiochirurgo; Alex Cendron è Fratta, giovane assistente medico di Tommaso; Fabrizio Giannini è il Questore della Polizia; Silvia Munguia è Xenia, domestica di Tommaso.

La regia è di Edoardo Falcone, è l’ho trovata brillante e originale, nella sua apparente semplicità. Bellissima, tra l’altro, la chiusura del film affidata alle note di Francesco De Gregori. Un film molto consigliato, perché si ride di gusto, ci si diverte, ma offre anche l’opportunità di qualche interessante e intelligente riflessione. Il mio voto finale è un meritatissimo 8,5/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: