Il nuovo museo dell’Alfa Romeo

  

Sono un grande appassionato di Alfa Romeo, risulto irrimediabilmente attratto da ogni cosa riguardi questo Marchio, sia che si tratti di nuovi modelli in uscita, di modelli storici dal grande fascino o di novità organizzative degne di una Casa con una storia così prestigiosa.

Ad esempio il Museo Alfa Romeo, ubicato nel vecchio complesso industriale di Arese, in provincia di Milano. Un museo bellissimo, ricco di auto rare dall’altissimo valore economico e storico, uno spaccato di storia che attraversa tutto il novecento. Con la chiusura delle attività produttive, in quel sito era rimasto da solo, aperto solo in orari d’ufficio e visitabile solo su prenotazione. Poi venne chiuso, in attesa di una ristrutturazione per “dargli una più consona sistemazione”, si disse. Intanto l’area industriale veniva venduta, suddivisa, smantellata, edificata di nuovo. Come in ogni buona tradizione italiana, su una vasta porzione di quel complesso industriale nascerà un nuovo centro commerciale.

In un’area a fianco del futuro centro commerciale, che si chiamerà Arese Shopping Center, c’era la pista prove. La potete vedere qui sotto, in un’immagine presa da Google Earth:

  

Era una pista in cui venivano provate le auto nuove, dove quelle che uscivano dallo stabilimento di produzione facevano i primi chilometri. A sinistra vedete degli edifici dal tetto bianco su una parte sgomberata dai capannoni, dove ci sarà il centro commerciale vero e proprio. Ma hanno costruito anche sulla vecchia pista. Hanno costruito la struttura che vedete nella foto in alto. Mi sono chiesto cosa fosse, e leggendo un po’ in rete l’ho scoperto:

“…una struttura inedita, posizionata nelle vicinanze del centro commerciale, riservata ai clienti che qui vorranno ritirare la propria automobile. L’intero progetto include un circuito di 1,6 chilometri, l’edificio ampio 86.000 metri quadrati ed il rifacimento del museo vero e proprio, collocato nelle immediate vicinanza e al di sotto della superficie stradale. Nel museo verranno esposti i 250 modelli già presenti nel vecchio allestimento e gli 8 esemplari doppi che Fiat avrebbe voluto mettere in vendita, con l’obiettivo di raccogliere fondi maggiori per finanziare i costi di ristrutturazione…”

Insomma, quel diavolo d’un antipatico di Sergio Marchionne lo aveva promesso, aveva promesso di voler rivitalizzare e rinverdire il prestigio Alfa Romeo, e cosa ci potrà essere di meglio che iniziare a ridare lustro alla sua splendida storia? Dal canto mio non posso che essere felice e orgoglioso che si presti questa rinnovata attenzione all’Alfa Romeo: che sia di buon auspicio per un futuro nuovamente luminoso.

Annunci


Categorie:Motori

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: