Provate a parlarne anche voi

guida-fine-vita-960x540

Non nascondo che il caso di Brittany Maynard, la ragazza che ha deciso di morire perché malata terminale di cancro, mi ha toccato molto. Mi ha toccato per molti motivi, molti dei quali strettamente personali, ragione per cui non è mia intenzione esporli qui tediandovi inutilmente. Vorrei però cogliere l’occasione, prendendo spunto anche da questo articolo apparso su Il Post originariamente scritto da Ellen Goodman e pubblicato dal Washington Post, e parlare di quelli che si vorrebbe fossero i propri ultimi giorni di vita.

Si, concordo con la prima sensazione che affiora leggendo questa idea: diamine quanto è macabra. Triste. A tratti paurosa. La Goodman dice:

“…Lo scorso autunno un sondaggio del gruppo “The Conversation Project”, che ho collaborato a fondare, ha mostrato che circa il 90 per cento degli americani pensa che sia importante discutere riguardo il modo in cui intendono vivere i loro ultimi giorni di vita. È un dato straordinario: su niente è d’accordo il 90 per cento degli americani. Eppure soltanto il 30 per cento di quelle persone discute effettivamente di questo argomento…”

Tenendo ben presente tutta la vicenda di questa ragazza, non si può non pensare subito alle sue parole, in cui chiedeva a tutti cosa fosse realmente importante per loro, di cosa si preoccupassero, cosa conta davvero nella loro vita. Mi sono chiesto: ma ne ho mai parlato seriamente con qualcuno? Non nascondo che fra me e me ci ho pensato anch’io, che ho miseramente provato a immedesimarmi nella situazione della Maynard, provando a immaginare cosa avrei fatto. Avrei scelto di morire oppure no? E se avessi scelto di fare questo passo, come avrei voluto avvicinarmi a quella data? Cosa avrei voluto fare? Come avrei voluto che fosse quel momento, quello scelto per morire?

Qui potete trovare del materiale utile, diciamo così, per “iniziare” questo discorso. È in inglese, ma è comprensibile pure per me che ho un livello di conoscenza della lingua davvero infima. E mi colpisce quanto in pochi non abbiano mai comunicato i loro desideri per il fine vita, oppure quale percentuale bassissima siano quelli che ne hanno parlato col proprio dottore. Come se fosse una cosa che non ci debba mai riguardare. Ma possiamo essere davvero sicuri che non ci debba mai riguardare? Io tutte queste sicurezze non le ho.

Personalmente alcuni desideri già chiari li ho, sia che sia destinato ad avviarmi verso una morte naturale, sia che io abbia la possibilità di scegliere di mettere fine alla mia vita in caso di malattia terminale. A questo proposito rimarco il fatto che in tema esistono già delle campagne di sensibilizzazione che spero portino a una seria e libera discussione in ambito politico, perché delle regole dovranno essere scritte. Tornando a me, fra le cose di cui sono sicuro è che vorrò essere cremato (e nessuna sepoltura in una tomba, grazie), e che fra le canzoni per questo “viaggio” ci dovrà essere sicuramente Space Oddity di David Bowie.

Pensate anche voi a discutere di questo, provate a pensarvi nella stessa situazione di Brittany, provate almeno a discutere con franchezza di fine vita e della sua regolamentazione. Potrebbe essere un grande aiuto per tante persone.

…Here am I floating
Round my tin can
Far above the Moon
Planet Earth is blue
And there’s nothing I can do…

Annunci


Categorie:Riflessioni

Tag:, , , , , , , ,

1 reply

  1. Difficile dare un’opinione su un tema così delicato, anche perché se non ci si trova in certe situazioni è difficile immedesimarsi ed esprimere un parere attendibile. Per come stanno le cose ora, personalmente, sono favorevole ad una morte naturale ma ripeto, bisognerebbe poi trovarsi alla prova dei fatti per mettere alla prova le nostre convinzioni.
    Quel che è certo è che anch’io, come te, desidero essere cremato una volta morto, preferisco il fuoco purificatore piuttosto che la decomposizione e tutto il resto.

    Un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: