NonRecensione – 66: I Mercenari 3

IMG_0277.JPG

Il primo capitolo della saga rappresentava un po’ un evento, una grande reunion di vecchie glorie degli action movie intente a rinverdire un carriera ormai al tramonto. Il secondo capitolo cercò di bissarne il successo, ma ci riuscì solo in parte. Questo terzo capitolo potrebbe essere l’ultima opportunità di tenere la storia su un buon livello, ma affonda pian piano in una specie di lungo percorso riabilitativo da centro geriatrico. Intanto, i voto: Mymovies gli assegna un 2,64/5; Comingsoon un 7/10; Imdb gli da un 6,3/10.

La trama è abbastanza piatta: dopo aver salvato uno dei Mercenari detenuto in una prigione mentre veniva spostato in un treno di massima sicurezza, si imbattono in un loro grande nemico, un ex Mercenario già incontrato nel precedente film. Questo, e il ferimento di uno dei Mercenari, spingerà Stallone ha mollate la vecchia squadra di amici per lavorare con una squadra più giovane, nel tentativo di catturare il cattivone, ma quando la situazione diverrà complicata ecco che a salvare tutti torneranno i componenti del vecchio team.

Film dalle tante, innumerevoli esplosioni, dai tanti combattimenti, dal tanto testosterone abbondantemente sparso per tutta la pellicola e poco altro. Grande il lavoro degli stuntman, a tratti penosa la recitazione dei grandi vecchi, a partire proprio dallo stesso Stallone. E nonostante i tanti nomi di richiamo e la promessa di tanta azione, il film risulta un bel po’ deludente, con il team di protagonisti che sembra più una squadra di vecchi e bolsi (ex) cavalli vincenti alla loro ultima corsa.

Come detto, molto ricco il cast: Sylvester Stallone è Barney Ross, capo dei Mercenari; Jason Statham è Lee Christmas, suo amico e compagno di avventure; Wesley Snipes è Surgeon, il Mercenario liberato a inizio film; Dolph Lundgren è Gunnar Jensen, un Mercenario; Terry Crews è Hale Ceasar, il Mercenario che viene ferito; Randy Couture è Toll Road, altro Mercenario; Jet Li è Yin Yang, contractor al soldi della Cia; Antonio Banderas è Rapido, un contractor che verrà assunto da Barney; Arnold Schwarzenegger è Trench, amico e collega di Barney; Harrison Ford è Max Drummer, contatto di Barney con la Cia; Kelsey Grammer è Bonaparte, un cacciatore di teste che aiuta Barney a comporre la nuova squadra; e infine c’è Mel Gibson che interpreta Conrad Stonebanks, ex Mercenario e ora gran cattivone del film.

La regia è di Patrick Hughes, e non è proprio nulla di che. Buoni gli effetto (come una volta) con gli stuntman, poca roba in digitale, per altro non fatta neanche bene. Film un po’ confuso e confusionario, poco divertente, carico di tanto rimpianti. Il mio voto finale è un 5,5/10.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: