Piccole considerazioni sulla stagione di Formula 1

20140621-161115-58275911.jpg

A questo punto della stagione di #Formula1, alla fine delle qualifiche in Austria, si dovrebbero cominciare a fare delle riflessioni:

Ferrari: macchina esteticamente bella ma poco competitiva. Si pensava di esser dietro solo alla Mercedes, invece è pure peggio. Qualcuno imputa le colpe al motore, a me pare ci siano problemi anche all’aerodinamica e alla motricità.

RedBull: a volte competitiva, a volte tanto lenta da non riuscire a arrivare all’ultima parte della qualifica, come oggi. Il genio di Newey non ha partorito la solita arma totale oppure è la Renault ad aver progettato una power unit (motore termico + motore elettrico) poco competitiva?

Williams: grande rivelazione della stagione. Ha preso i competitivi motori Mercedes, ha pescato in giro nuovi tecnici dalle aggiorni scuderie, e sta tornando a essere protagonista, una bella notizia per Sir Frank. Inizieranno a dare seriamente battaglia alle Mercedes?

Mercedes: dominatrici incontrastate, hanno il miglior pacchetto possibile, ottimo motore, ottima aerodinamica, ottima trazione. Una piccola rivincita per Aldo Costa?

McLaren: pare scomparsa dalle classifiche, con Button che occupa più spesso la parte bassa della classifica rispetto a quella alta. Un po’ meglio Magnussen, ma per una scuderia di quel lignaggio è davvero troppo poco. Rischiano l’oblio?

Alonso: si batte come un dannato, vorrebbe di più ma questa Ferrari non pare riuscire ad assecondarlo. Rischia un contraccolpo dalle continue frustrazioni?

Raikkonen: un oggetto misterioso, l’ombra del missile che era una volta. Sembra quasi essere appagato e senza più grossi stimoli: un peccato e un dispiacere per me, che ero (e sono) un suo grande fan. Che sia a fine carriera in F1?

Vettel: sembra l’ombra di se stesso, lento, nervoso, mai un guizzo da campione. E continua spesso a restare dietro al giovane compagno di squadra. Sarà da ridimensionare il suo mito?

Ricciardo: con la stessa macchina di Vettel sembra lui il campione e non il tedesco. Astro nascente?

Hamilton: sembrava il vincitore predestinato ma sta incontrando più problemi del previsto, a partire dal compagno da squadra. Più passano le gare più sembra meno tranquillo, che abbia problemi a gestire la forte concorrenza interna?

Rosberg: da sempre considerato un pilota solido e veloce, in pochi lo vedevano come un potenziale campione. Ora, con questa Mercedes, sembra intenzionato a centrare l’obiettivo grosso. Riuscirà a vincere e aprire un nuovo ciclo?

Massa: con una Williams competitiva appare come rinato, anche se appare difficile che riesca ad avere un’altra opportunità per il Titolo. Ma quanto durerà questo suo stato di grazia?

Marco Mattiacci: il nuovo direttore sportivo della Ferrari, che ha sostituito qualche tempo fa Stefano Domenicali. Del predecessore dicevano fosse morbido, più incline al compromesso, di Mattiacci dicono sia molto deciso e determinato, uno che non si fa problemi a “far fuori” qualcuno. Mi dai l’idea di esser uno messo li per “tagliare le teste” di chi non rende al meglio. Sarà un bene per la Ferrari?

Annunci


Categorie:Motori, Sport

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: