Le nomine del governo Renzi

20140415-084816.jpg
C’era molta attesa sulle nomine dei vertici delle aziende statali da parte del governo Renzi, e dai nomi che sono usciti mi sembra che alcune siano molto interessanti. Questo articolo de Il Post ci da una descrizione sommaria di chi è stato messo dove.

Posso dire che mi piacciono le nomine di Francesco Starace come ad di Enel, visti i suoi trascorsi in General Electric, ABB e Alstom, prima di rientrare in Enel, e anche quella del presidente di Enel, Patrizia Grieco, che proviene dalla Olivetti. Mi sembrano persone con le competenze di settore necessarie.

Scelta quasi di conserva per Eni che promuove come amministratore delegato un suo uomo, Claudio Descalzi, che era Chief Operating Officier di Eni per la divisione Exploration & Production e di cui so ben poco, mentre il presidente sarà Emma Marcegaglia, un nome che mi lascia qualche dubbio: è donna molto capace e caparbia, anche se non condivido le sue strategie manageriali, sarà interessante vederla all’opera in un’azienda simile.

Mauro Moretti si sposta da Ferrovie dello Stato a Finmeccanica: dopo aver risanato i conto delle Ferrovie ora pare davanti ad una nuova sfida, risanare Finmeccanica e renderla nuovamente un fiore all’occhiello dell’industria nazionale. Molti detrattori di Moretti parlano di promozione, ma essere messi a capo di un’azienda in crisi come Finmeccanica non è esattamente un regalo. Finmeccanica che, essendo quotata, non dovrebbe sottostare al limite per lo stipendio, ma obbligherà a un taglio del 25% rispetto all’emolumento del precedente ad: fatti due calcoli, Moretti dovrebbe prendere circa 1,2 milioni. Il presidente invece rimane Gianni De Gennaro, e anche qui gli interrogativi si sprecano sopra le nostre teste: che c’azzecca De Gennaro qui?

Per Poste invece ecco Francesco Caio come ad, già conosciuto per l’incarico di responsabile dell’Agenda Digitale Italiana su richiesta di Enrico Letta: mi pare una buona nomina, se darà un nuovo forte impulso alla digitalizzazione dei servizi, sarebbe un’ottima cosa. Il presidente è invece Luisa Todini, ed deputata europea in quota Forza Italia e presidente della Fiec, Federazione Industria Europea delle Costruzioni. Anche lei mi è sconosciuta, vedremo cosa saprà fare.

Segnalo poi un paio di nomi fra quelli indicati per i consigli di amministrazione: Luigi Zingales in Eni, persona molto preparata e accademico molto conosciuto e stimato, che mi aspetto faccia molto bene; poi Alessandro De Nicola in Finmeccanica, presidente della Adam Smith Society; e infine Antonio Campo Dall’Orto in Poste, il geniale direttore che ha dato vita a Mtv Italia e che da direttore generale di Telecom Italia Media ha gettato le basi per il terzo polo televisivo di La7. Per lui mi sarei aspettato una nomina in Rai, sarebbe stata una mossa potenzialmente esplosiva.

Annunci


Categorie:Politica

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: