Le (finte) correnti renziane

20140415-081825.jpg
La politica è sempre in fermento, pensarla come un’entità statica non le rende affatto giustizia: per questo a volte è normale e salutare cambiare idea, anche se certe inversioni di marcia lasciano sempre un po’ perplessi, per non dire sospettosi. È il caso di un breve trafiletto apparso sul numero di aprile di “Senago noi e la città” in cui si parla della locale sezione del Partito Democratico. Cosa sarà mai successo? Leggiamo.

Micaela Curcio nominata coordinatrice politica della nuova componente del circolo Pd denominata “Rinnovamento Democratico” affiancata dal vice responsabile organizzativo Antonio Vaccaro. L’effetto Renzi si fa sentire anche a Senago.

Già da questo inizio a me viene da sorridere. Per capire chi sia, la Curcio fu la candidata del Partito Democratico alle primarie del 2012 per le elezioni comunali, primarie che perse in favore del candidato di Sel, Lucio Fois, che poi divenne sindaco. In compenso, come fosse un contentino, lei ottenne la poltrona da vicesindaco e l’assessorato alla cultura e alla scuola, ruoli da cui dovette dare le dimissioni per incompatibilità dato il suo lavoro da dirigente presso un altro comune.
Detto questo, inizio col rilevare che il nome Rinnovamento Democratico è il nome di una corrente della Democrazia Cristiana degli anni sessanta, la corrente dei sindacalisti a cui aderì anche Carlo Donat Cattin. Per un partito che si professa di sinistra, per una corrente che vede personaggi che si professano di sinistra, sfruttare il nome di una corrente Dc è davvero comico. Sorvolerei poi sull’effetto Renzi che si fa sentire, mettendolo in relazione a questa corrente, ma ne riparleremo fra poco.

In un comunicato la nuova corrente afferma che già nelle elezioni del segretario di circolo era emersa la volontà di “rinnovamento, conquistato a spese dell’entourage locale tutto impostato sul conservatorismo di sinistra… Ora dalla confluenza di nuovi tesserati e personalità di varia estrazione, tutte comunque convinte che è tempo di dare forza al rinnovamento del Pd a livello locale, non meno che a quello nazionale.”

Ora: che nel Pd si avverta una necessità di cambiamento lo si dice dalla fine del 2012, non proprio da poco tempo. Leggere poi che questa spinta al rinnovamento sia stata fatta a spese dell’entourage locale, mi fa davvero ridere. Ma per capire meglio, è necessaria l’altra parte dell’articolo:

Trascinati dalla spinta Renzi alla neonata robusta componente hanno già aderito nomi come Carmine Massimini, Domenico Alberico, Roberto Borghi, Maria Interdonato, Luca Palazzolo, Gianfranco Pepe, e il consigliere anziano in carica Domenico Batticciotto. Tra i primi compiti della neonata componente, è formulare proposte di rigenerazione da mettere subito in campo nel partito e nell’amministrazione comunale.

Effetto Renzi. Trascinati dalla spinta Renzi. Mi viene da chiedere chi abbia scritto questo articolo, da chi abbia preso queste informazioni, con chi abbia parlato. Me lo chiedo perché l’autore è riuscito a farcire talmente tante falsità e imprecisioni da poter aspirare ad un posto in qualche giornale di partito, uno di quelli dove la linea la detta il politico di turno.

Ad esempio si dice che il rinnovamento viene conquistato a spese dell’entourage locale tutto impostato sul conservatorismo di sinistra: stupirà forse sapere che nelle primarie locali che hanno visto la vittoria di Moreno Mozzi, il segretario uscente che rappresentava l’entourage schiacciato nel conservatorismo di sinistra era proprio Luca Palazzolo. Lo stesso che nel 2012 sostenne Bersani, che successivamente non perse occasione per criticare Renzi, che davanti ad una birra affermò come Renzi avrebbe fatto meglio a starsene zitto o ad andarsene dal Pd, se non gli stavano bene le scelte fatte dall’allora gruppo dirigente. Alle primarie del 2013 sostenne invece Renzi: del resto, essendo vicino e affine a AreaDem, e visto il riposizionamento di quell’area da parte di Franceschini, fu quasi per lui una scelta obbligata, sebbene mal digerita.

La cosa divertente di questo articolo è il cercare di far passare per renziani un insieme di persone che, in larga parte, oggi appoggiano la corsa di Renzi per mero tornaconto personale. Se chi ha scritto si fosse premurato di controllare, avrebbe facilmente notato come gli “esponenti del renzismo” a Senago sono ben altri, che nulla hanno a che spartire con queste persone. A voler essere maliziosi e malpensanti, sembra però che questo interesse sia quasi secondario rispetto al far risaltare la nascita di questa corrente capeggiata dalla Curcio. Forse una casualità, come quella che vedeva il direttore di questo giornale e fondatore del movimento La Farfalla, essere un grande sponsor della candidatura alle elezioni comunali della Curcio?
Senza contare l’estrema “democraticità” di uno dei membri di questo gruppo (di cui sorvolo il nome) che, durante una riunione al circolo Pd, bofonchiava insulti all’indirizzo delle persone che parlavano. Ovviamente non a quelli di questo gruppo ma agli altri, quelli con idee diverse dalle sue.

Insomma, qui più che a una spinta di rinnovamento pare di assistere ad un riposizionamento di vecchia scuola, utile per raccogliere le forze e cercare di non scomparire. Un nuovo trasformismo per cercare di mascherarsi sotto una pelle nuova, per sperare di passare indenni e salire sul carro dei vincitori.

Annunci


Categorie:Attualità, Politica, Senago

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

8 replies

  1. E’ sConfortante leggere di frasi pronunciate davanti ad una birra e qui riportate senza fonte… il resto, contiene a mio giudizio molti errori di valutazione.

    Mi piace

  2. Mha, fai conto che nn ho ancora capito chi tu sia.. XD

    Mi piace

  3. Bha, era solo per sminuirti un po’ ma accuso il colpo e visto che nn ho ancora capito l’interlocutore (e non capisco davvero perché non mi hai ancora mandato un messaggio dicendomi “ehi, sono io, pirlotto!!”…ti auguro buona Pasqua! ❤

    Mi piace

    • Cioè: in un post in cui si parla anche di tue scelte politiche e di tue azioni politiche, miri a sminuire l’autore del post? Dai proprio una pessima immagine politica di te stesso, e di riflesso del partito di cui fai parte… 😉

      Buona Pasqua.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: