Piccolo ragionamento sulla Boldrini

20140204-084328.jpg
La Boldrini insultata. La Boldrini attaccata. La Boldrini aggredita verbalmente. La Boldrini che resiste. La Boldrini che ribatte. La Boldrini che accusa a sua volta. Laura Boldrini è, probabilmente, uno dei politici che più sta al centro della scena, fra sue uscite che hanno molta risonanza, attacchi da parte della minoranza e difese da parte sia della maggioranza che dal Presidente della Repubblica. È un essere al centro della scena che da un lato la rende esposta ad ogni tipo di attacco, dall’altro (per assurdo) la blinda da critiche pacate e argomentate. Perché accade questo? Semplicemente perché quando poi si cerca di muoverle una critica, chi la difende tira fuori immediatamente tutti gli attacchi ricevuti per farla passare come vittima non criticabile.

Lo spiega anche Jacopo Jacoboni, giornalista de La Stampa: “…Se si critica con legittimità l’operato della Presidente della Camera, scatenarle contro una canea di insulti sessisti e addirittura di descrizioni di violenze sessuali è becero e violento e, vorrei aggiungere qui, anche stupido: adesso chiunque volesse fare una civile e intelligente critica a Laura Boldrini avrà nelle orecchie il retrogusto di quelle vigliaccate, e sarà più difficile, foss’anche dal punto di vista psicologico…”
Ma quali critiche sensate si potrebbero avanzare?

Ad esempio si potrebbe ragionare sull’accusa di non essere super partes, rilanciata ultimamente anche da Di Maio del Movimento 5 Stelle, che dice: “…Sentirsi dire eversori vuol dire che per noi Laura Boldrini non è più la Presidente di tutte le forze politiche della Camera, ma fa soltanto gli interessi della maggioranza. Ormai non è super partes ma è scesa in campo…”. Insomma, tutti i torti potrebbe non averli: bollare in questo modo una forza politica parlamentare da parte della presidente, che ricordo riveste un ruolo di garanzia a difesa di tutte le forze parlamentari, penso sia un po’ fuoriluogo, al di la degli accesi scontri politici. Ritornando a Jacoboni, ecco come giudica l’operato della Boldrini in questi due tweet:

20140204-083611.jpg20140204-083623.jpg

Da Presidente della Camera non può fare politica. Ed è vero: come già detto il suo è un ruolo di garanzia, che dovrebbe determinare una posizione di equidistanza da tutte le forze politiche presenti in parlamento, da quelle della propria area a quelle avversarie. E il fatto che si assuma responsabilità governative, come osservato, rischia di essere un indizio in più a suo demerito. Nel luglio del 2013 si poteva leggere questo articolo su BlitzQuotidiano che parlava del venturo congresso di Sel, intravedendo una futura discesa in campo proprio della Boldrini, a capo di una nuova sinistra da rilanciare. Lo disse Riccardo Barenghi, altro giornalista de La Stampa che è addentro alle cose della sinistra ed ex direttore de Il Manifesto: non una semplice successione al comando di Sel, ma una specie di nuovo attore politico di sinistra da far nascere sulle ceneri proprio di Sel.

Come poi sappiamo il congresso di Sel si è tenuto non molti giorni fa, presidente è stato rieletto Nichi Vendola ma, piccolo dettaglio, proprio il nome di Vendola è stato definitivamente tolto dal simbolo. C’è chi dice che è stato fatto anche perché la leadership di Vendola si sia un po’ incrinata, e che quindi si debba preparare il terreno ad una successione. E qui ritorna fuori il nome della Boldrini: una persona in grado di catalizzare su di se molta attenzione, in grado di contrastare il potere mediatico di Renzi, che potrebbe piacere a quella parte di sinistra che fa della lotta per i diritti una bandiera da portare con orgoglio. Un politico che cerca caparbiamente di tener testa agli esponenti del Movimento 5 Stelle, ma che allo stesso tempo cerca di cavalcare temi cari proprio al Movimento, come i costi e gli sprechi della politica, argomenti che può vantare come propri dopo la rinuncia all’auto blu e dopo il taglio dello stipendio.

Una potenziale leader politica che fa suoi i temi che vanno contro il sistema, ma che da questo sistema è ben accettata, quasi protetta: basti pensare alle strenue difese fatte da Giorgio Napolitano, o di quelle del Presidente del Senato, Pietro Grasso. Ma è stimata anche da Enrico Letta, attuale primo ministro e pedina importante in questo sistema di potere. Una leader che sa come usare la comunicazione: appare in tv, è attiva sui social network e ha un suo sito sempre aggiornato, anche con videomessaggi utili a conquistare nuovi elettori e nuovi consensi.

Ricordiamo come titolò il quotidiano Europa dopo il suo discorso di insediamento alla Camera: “Boldrini, è nata una leader”. Possibile quindi che resti soltanto in un ruolo super partes come quello in cui è ora?

Personalmente credo che abbia i numeri per diventare una leader di partito, potrebbe essere la prima donna a raggiungere nuovi traguardi importanti per la politica, dopo tutto le caratteristiche le ha, e per un certo verso mi trovo anche ad augurarglielo. Però mi trovo anche spinto a domandarmi se stia davvero assecondando questa sua “voglia” di fare direttamente politica, se sia cosciente di rischiare di apparire in questo modo come parziale in un ruolo delicato come quello che ha. Ormai sempre più voci sussurrano che ben presto sarà lei a prender il testimone della sinistra, e forse proprio alcuni suoi atteggiamenti e alcune sue scelte già stanno tradendo questa sua aspirazione, inficiandone l’imparzialità. Ma si potrà discutere di queste critiche, o si verrà accomunati a quanti scadono nella violenza verbale e negli insulti?

Annunci


Categorie:Politica

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: