L’uomo pavone

20131203-092018.jpg

Tutti conoscerete il pavone e la sua caratteristica ruota con cui ostenta il suo bellissimo piumaggio. Come spiegato su Wikipedia:

“…La caratteristica più evidente del pavone maschio consiste tuttavia nelle copritrici del groppone, abnormemente sviluppate in lunghezza (fino a 200 cm). In ognuna di queste penne, spesso a torto ritenute penne della coda (timoniere), lo sviluppo delle barbe non è costante per tutta la lunghezza; al contrario, all’estremità si allargano a formare una “paletta” con la tipica, vistosa macchia a forma di occhio. Tali penne, molto leggere a dispetto delle dimensioni, non sono affatto erettili: il loro sollevamento durante il display ostentativo (“ruota”) è dovuto in realtà all’erezione delle timoniere, che costituiscono la vera coda, molto simile alla breve coda quadrata delle femmine. Questa coda, solitamente nascosta sotto le penne ornamentali, diventa facilmente visibile durante il display, osservando il pavone da dietro…”

Un eccitamento sessuale che porta a mostrarsi, a mostrare tutte le proprie armi di bellezza per conquistare, per dominare. Anche per questo trovo assai indicato dire a qualcuno che “sta facendo il pavone, si pavoneggia” quando mira a gonfiarsi per mostrarsi in tutta la sua bellezza, anche se a volte non è poi molta. È una cosa che possiamo notare nella vita di ogni giorno, in qualunque ambito, dal reale al virtuale.

E così capita di incontrare quelli che fanno sempre qualsiasi cosa meglio di chiunque altro; quelli che si vantano di guidare talmente bene da essere meglio di Schumacher; quelli si vantano di scrivere pezzi sul loro blog che sono apprezzatissimi che vengono condivisi da migliaia di persone; quelli che si vantano di essere sempre i più informati su tutto; quelli che si vantano di essere i veri e reali depositari di una determinata ortodossia. Un mondo di “erezioni figurate” in cui ognuno fa sfoggio della propria forza, delle proprie capacità e delle proprie conoscenze, cercando di dimostrare di essere assolutamente il migliore, il numero uno.

Si ha così una quantità tale di energia e di flusso sanguigno convogliato e utilizzato per gonfiarsi e mostrarsi (spesso) per più di quello che realmente si è, che ne resta terribilmente poco per tutto il resto. Non è raro, ad esempio, notare come chi si trova impegnato a vantarsi non mantenga lucidità necessaria per fare anche semplici ragionamenti. Come se il sangue al cervello non fluisse più, impegnato invece a irrorare certe altre zone. Dopo tutto, come scritto all’inizio, la ruota del pavone è dovuta all’eccitazione sessuale, al mostrare la sua potenza. Insomma, potremmo dire che è il solito gioco a chi ce l’ha più lungo, detto in termini grezzi.

Per queste persone esistono parole tabù, come “non lo sapevo”, “non ne ero informato”, “non ne so abbastanza”. Guai a dirle, prima che l’interlocutore capisca che le piume mostrate fungano solo da diversivo per mascherare le lacune che, va detto, un po’ tutti hanno. Perché si tende sempre facilmente a scordare che non si impara mai abbastanza, che c’è sempre qualcuno che può saperla più lunga di te, che se ti consideri arrivato in cima è la volta buona che rischi di scivolare giù per un crepaccio.

Alla fine, è quasi divertente mettersi li ad osservarli mentre gonfiano il loro ego facendo sfoggio di se: sembra sempre di stare ad osservare un ritrovo di mongolfiere.

Annunci


Categorie:Riflessioni

Tag:, , , , , , , , ,

1 reply

  1. Per queste persone di solito basta il proverbio “Chi si loda si imbroda”; la caratteristica che accomuna tutti noi esseri umani è l’imperfezione e chi non arriva a questa consapevolezza con la propria intelligenza, prima o poi vi arriverà con l’esperienza.

    Un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: