Il collasso delle PMI

20131003-160046.jpg
Tutti conosciamo le condizioni disperate in cui versa l’Italia, le condizioni drammatiche in cui si trova la nostra imprenditoria. Sono notizie che si possono sentire ogni giorno quelle che raccontano di aziende che chiudono; di lavoratori, imprenditori, intere famiglie che restano senza un lavoro; addirittura di piccoli e medi imprenditori che arrivano a togliersi la vita, perché schiacciati dai debiti e dalla vergogna. In una contesto simile, leggo uno sfogo di un amico imprenditore, Mauro Sago Francavilla, un bravo tatuatore, che dice:

…appena sentito alla radio: il CODACONS chiede ai commercianti di assorbire il colpo dell’aumento dell’IVA per non gravare sulla situazione delle famiglie italiane… Ma alle famiglie dei commercianti non ci pensa nessuno?!?! La mia attività va da Dio per cui nemmeno ci penso di fare modifiche ai prezzi, ma qui ci si dimentica che le statistiche sono spietate: con questa crisi ci sono UN SUICIDIO di imprenditori/commercianti/negozianti una settimana sì è una no, e chiudono quasi QUARANTA PARTITE IVA al giorno! E per noi non c’è l’arma dello sciopero, non ci sono sindacati, non ci sono manovre di riparazione statale come se ne vedono per le grandi aziende!… So che la “gente comune” magari non ci fa caso, ma ogni via, dalla periferia al centro, è teatro di vetrine che chiudono, attività che non sono riuscite a decollare o che chiudono dopo cent’anni… Alle famiglie che campavano dietro quelle vetrine, cristodiddio, chi ci pensa??…”

Io posso solo aggiungere una domanda: ma quando il nostro governo si occuperà davvero di queste persone? Quando affronterà le mille tagliole che arrivano a strangolarli?
Si è sempre detto, raccontato, scritto come l’ossatura del nostro Paese sia rappresentata dalle piccole e medie imprese, che incarnano quella cultura e quel bagaglio artigiano che ci ha reso famosi in tutto il mondo. Perché ora continuiamo a colpire questa realtà, perché lasciamo che venga fatta a pezzi? Il loro lento stillicidio è lo stillicidio di tutto il nostro Paese: chi ci governa può scegliere se continuare a guardare questa lenta emorragia, oppure provare a fare davvero qualcosa. Magari prima che si muoia dissanguati.

Annunci


Categorie:Attualità, Politica, Riflessioni

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: