NonRecensione – 29: Rush

20130930-090837.jpg
La Formula1 ha già incrociato in passato la strada con il cinema, in pellicole più o meno fortunate. Gli amanti del genere forse ricorderanno “Grand Prix” del 1966, o più recentemente il bel documentario sulla vita di Ayrton Senna. Altri film si sono occupati di Formula1 magari in modo tangente, ma nessuno è passato agli annali come memorabile, o degno di citazione.
Rush riesce invece nell’impresa di trasporre sul grande schermo il clima da epopea, il coraggio, la passione, la paura del mondo delle monoposto. Riesce quasi a farti respirare il puzzo di benzina e gomme bruciate, a farti sentire le vibrazioni e l’adrenalina delle corse.
Intanto i voti: Comingsoon gli assegna un 7,5/10; Mymovies un 3,86/5; Imdb un 8,4/10.

Tutto il film ruota attorno alla rivalità fra Niki Lauda e James Hunt: ne racconta gli esordi in Formula3, il debutto in Formula1, e si concentra particolarmente sul Campionato del Mondo del 1976, il famoso anno in cui Lauda andò a schiantarsi al Nurburgring rischiando di morire e restando sfigurato dalle ustioni.
Viene narrata la profonda rivalità fra i due, i due modi completamente diversi e opposti di concepire il ruolo di pilota di Formula1: Lauda molto metodico, preciso, ordinato e ordinario, mentre Hunt è più guascone, matto, irruento e aggressivo.

Su tutto però scorre il filo rosso di un legame che non sarà soltanto accesa rivalità, ma anche vera amicizia. Lo sintetizza bene lo stesso Lauda alla fine del film:

“Ovviamente non mi diede ascolto [il tornare subito a lavorare per il nuovo Campionato], per James vincere un campionato era stato sufficiente, aveva dimostrato quello che voleva dimostrare a se stesso e a tutti quelli che dubitavano di lui e due anni dopo si ritirò. Quando lo rincontrai sette anni dopo a Londra, io di nuovo campione e lui commentatore per la tv, era scalzo su una bici con una ruota a terra, viveva ancora ogni giorno come se fosse l’ultimo. Quando seppi che era morto di infarto a 45 anni, non ne fui sorpreso, mi fece solo tristezza. La gente ci ha sempre visto come due rivali, ma lui mi piaceva, era una delle poche persone che apprezzavo e una delle pochissime che rispettavo e ancora oggi rimane l’unico che abbia mai invidiato!”

Davvero impressionante il grado di realtà ottenuto con questo film, le ambientazioni, le vetture (pare siano state utilizzate monoposto vere, guidati da veri piloti), le parti in computer grafica. Così come meravigliosi sono alcuni dettagli sparsi qua e la nel film, come il tifoso che chiedeva Lauda un autografo prima della partenza del fatidico gran premio al Nurburgring, insistendo perché mettesse la data, perché “Hey! Potrebbe essere il tuo ultimo gran premio!”. Non per nulla allora le morti in pista non erano così rare.

Il cast è di tutto rispetto: Niki Lauda è interpretato da Daniel Brühl, James Hunt invece è interpretato da Chris Hemsworth. Ci sono poi Olivia Wiode nel ruolo di Suzy Miller, moglie di Hunt; Alexandra Maria Lara nel ruolo di Marlene, moglie di Lauda; Pierfrancesco Favino interpreta Clay Regazzoni, compagno di scuderia di Lauda prima alla BRM e poi in Ferrari; Christian McKay invece è Lord Alexander Hesketh, proprietario del team di F3 dove corre Hunt, che fonderà una propria squadra di F1 per far debuttare nella massima seria il proprio pilota.

Davvero ottima la regia di Ron Howard, in grado di sfornare un nuovo capolavoro all’altezza di un altro suo grande successo, A beautiful mind. Bella la colonna sonora, e sempre azzeccate le musiche di Hans Zimmer.
Il mio voto finale è un 9/10: un film che ha appagato in pieno le mie aspettative, e che è risultato molto apprezzato anche da qualche scettico. Un film assolutamente da non perdere.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: