NonRecensione – 28: Come ti spaccio la famiglia

20130918-093008.jpg
Ci sono film simpatici, film divertenti, film comici, e film che riescono a farti ridere di gusto e in quantità. “Come ti spaccio la famiglia” appartiene a quest’ultima categoria, e ci sta davvero una meraviglia. Vediamo subito i voti: da Comingsoon ha un 7,3/10; Mymovies gli da un 3,34/5; Imdb un 7,2/10.

La trama è questa: David è un piccolo spacciatore che viene aggredito e derubato dei soldi e della droga, mentre cerca di aiutare una ragazzina che veniva molestata da alcuni ragazzi. Per riparare al danno, viene costretto ad andare in Messico per riportare indietro una “piccola partitina di droga”. Per passare inosservato decide allora di creare una falsa famiglia, simulando una piccola vacanza in camper. In questa piccola impresa verrà aiutato da Rose, la vicina spogliarellista che farà sua moglie, da un ragazzo tonto che abita nel suo palazzo che diverrà il figlio, e da una ragazza che vive per strada (quella che veniva molestata all’inizio) che diverrà la figlia. Ecco formata la famiglia Miller.

Con questo gruppo di persone si troverà in un viaggio complicato ed esilarante: dovranno vedersela con poliziotti messicani che chiedono una bustarella, con guardie frontaliere che vogliono perquisire il camper, con problemi al motore, coi morsi di un ragno, con un’altra famiglia di camperisti in cui il padre è niente meno che un agente a riposo della Dea. Il tutto mentre si trovano braccati da qualcuno a cui non è piaciuto un certo scherzetto…

Le risate sono garantite, e a volontà: un film davvero divertente, capace di farti dimenticare tutto il resto per lasciarti immerso in grosse risate.
Buono il cast: David è interpretato da Jason Sudekis; La spogliarellista Rose è interpretata invece da Jennifer Aniston; Emma Roberts è Casey, la figlia, mentre Will Poulter è il figlio Kenny. Da segnalare poi Ed Helms nel ruolo del boss di Brad Gurdlinger, boss di David; Nick Offerman e Kathryn Hahn nella coppia di camperisti che incontrano e Molly C. Quinn nel ruolo della loro figlia.

La regia è di Rawson Marshall Thunder, ed è buona, con un ritmo che non porta mai a cali di attenzione.
Insomma: divertente, spassoso, ben girato, e con alcuni spunti che raccontano come il modello di famiglia sia ormai in via di disgregazione. Un esempio sono la famiglia che incontrano, dove sotto una patina di famiglia per bene e felice, si scopre un insieme problematico e contaminato da varie derive.
In definitiva il mio voto è un 8/10: consigliato vivamente, pochi film riescono a far ridere così di gusto.

Annunci


Categorie:Recensioni

Tag:, , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: