Fracking e terremoti: quale correlazione?

20130724-093739.jpg
Sempre più persone mettono in relazione il fracking, ovvero la fratturazione idraulica del terreno che avviene dopo alcune trivellazioni per migliorare la produzione di petrolio o gas, e alcuni eventi sismici. Personalmente sono fra quelli cge restano scettici verso questo scenario anche se, logicamente, mi trovo incuriosito e alla ricerca di prove che confermino o smentiscano tale correlazione.

20130724-093936.jpg

Se ne parlò molto, ad esempio, per il sisma in Emilia Romagna, indicando come “colpevoli” i lavoro di trivellazione per la costruzione di un deposito sotterraneo di gas naturale.
Se ne parla per il terremoto che colpì l’Oklahoma nel 2011, un terremoto di magnitudo 5,7. Riporto un brano dell’articolo:

“I ricercatori dell’US Geological Survey avevano già avvisato un anno fa che l’aumento di terremoti negli Stati centrali era “quasi certamente di origine umana”. Per tre decenni fino al 2000, gli eventi sismici della zona ammontavano a circa 21 l’anno. Nel 2009 sono stati 50, 87 nel 2010 e ben 134 nel 2011, proprio in coincidenza con l’inizio delle attività petrolifere.”

Insomma, se davvero l’US Geological Survey ammette questo, allora vorrà dire che qualche nesso esiste? E se esiste, quali sono i dati scientifici che possono dimostrarlo?

Si è parlato di terremoto di origine umana anche per il recente sisma avvenuto in Svizzera, a San Gallo, durante i lavori di perforazione per la realizzazione di una centrale geotermica. Si dice che anche qui il fracking abbia provocato una scossa di 3,6 gradi della scala Richter, e a dirlo sarebbe il Servizio Sismologico del Politecnico Federale di Zurigo. Non esattamente persone qualunque. Il che porta sempre alle domande di prima: è vero? Come funziona questa correlazione? Come influisce il fracking con il movimento naturale del terreno?

Ma anche in Olanda si da per vera questa correlazione: “Il Governo olandese riconosce ufficialmente che a Groningen l’estrazione di gas può causare terremoti fino a magnitudo 4-5 Richter (fonte: rapporto del ministero degli affari economici)”. Questo è un estratto di questo articolo, che spiega in sintesi la situazione di questo paese olandese. Pare che tutti sappessero, anche le aziende petrolifere, e pare che tutti diano per certa la relazione fra fracking e terremoti: “Fino ad ora abbiamo sempre saputo che l’estrazione di gas avrebbe potuto causare terremoti, ora non sappiamo cosa potrebbe accadere – ammette Chiel Seinen, rappresentante della compagnia petrolifera NAM, consorzio che unisce Royal Dutch Shell Plc e Exxon Mobil Corp.”

A margine, anche se non è proprio un argomento secondario, si potrebbe anche aggiungere di come si stiano facendo ricerche anche sulla tossicità del fracking, come mirano a dimostrare Michelle Bamberger, una veterinaria di Ithaca nello stato di New York, e il Professor Robert Ostwald dell’Universita’ di Cornell, che hanno condotto uno studio che collega il fracking alla salute degli animali. I risultati a cui sono giunti si possono leggere in questo articolo de Il Fatto Quotidiano, di cui riporto un piccolo estratto curioso: “Dicono anche che nei loro studi sono stati ostacolati dal fatto che le composizioni chimiche dei materiali iniettati nel sottosuolo non sono note.”
Ma non erano semplici misture di acqua e sabbia ad altissima pressione? Esattamente, da cosa sono composti questi getti? Alcuni degli elementi presenti in questi getti può, in qualche modo, favorire la correlazione fra questa tecnica e i terremoti?

Pur restando scettico su questi legami, la curiosità mi porta a chiedermi se effettivamente esista almeno un collegamento, visto anche il progressivo impiego di questa tecnica su cui molti stanno puntando. Sperando di stabilire esattamente se sia una cosa buona o dannosa: anche dal chiarire questi aspetti passa un’evoluzione sostenibile sia per gli uomini che per il pianeta.

Annunci


Categorie:Attualità

Tag:, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: